LE 10 REGOLE DI PATRICIELLO PER ESSERE ELETTI: L'EURODEPUTATO INTERVISTATO DA "IL FATTO QUOTIDIANO" - Molise Web giornale online molisano
Importante la gratificazione economica dei dipendenti e la loro fidelizzazione.

Le 10 regole di Patriciello per essere eletti: l'eurodeputato intervistato da "Il Fatto Quotidiano"

Ne ha parlato con Antonello Caporale in una lunga intervista. Parliamo dell'eurodeputato Aldo Patriciello che ha emanato un decalogo infallibile per acchiappare voti al proporzionale. E come tutti ci aspettavamo, grande importanza viene data alla gratificazione economica dei dipendenti e alla fidelizzazione dello staff. Tra cui i giovani capaci che si occupano di social. 
 
Mai spegnere il telefono o  cambiarne il numero, ma soprattutto  capacità di dimostrare la disponibilità all’ascolto,  Sullo staff ha dichiarato:  “gratificazione economica dei collaboratori dello staff” in maniera che “non si formi in segreteria un turn over che manderebbe a monte la memoria politica. Ho sei collaboratori. Gli stessi di venti anni fa. Esempio: entro in un bar e incontro lei. Accetto il caffè e anche la foto. Il mio collaboratore, se è valido, dovrà avvertirmi se sul suo conto spuntano brutte cose e l’amicizia con lei potrebbe nuocermi. Se lei è un malandrino, cassare il numero, rompere i ponti”. Cosa fa alla richiesta di un aiutino? Piccola raccomandazione, breve segnalazione, eccetera? “Prima si utilizzava il sistema dell’appunto scritto. Adesso è assolutamente vietato. Si rischia, per una banale segnalazione, di essere perfino coinvolti in storiche. Non è più il tempo”. E ancora l’attenzione ad evitare di incappare in qualsiasi problema e il diverso approccio rispetto al tipo di elettore. “Punto quinto – si legge nell’intervista – se fino a 10 anni fa il papà decideva il voto di tutta la famiglia adesso è il figlio/a a traghettare sulla tua sponda l’intero nucleo. Quindi sono decisivi i social. Avere un collaboratore che sappia gestire i social è rilevantissimo. Sono i giovani che fanno votare i vecchi, non so se mi spiego. Punto sesto ma valido solo nel Mezzogiorno. Essere presenti ogni volta che è possibile alle feste, ai compleanni, alle nozze d’oro, anche al compimento del diciottesimo. Un piccolo presente in argento è la forma tipo della colleganza. Nei casi più intimi (pochi per fortuna) una significativa dazione in danaro per sostenerli nell’avventura della vita. Punto dieci. Sei stato eletto? Bene, ricordati che il telefono non lo devi spegnere più. Si risponde sempre, con garbo ed umiltà. E si cerca, dove è possibile, un contatto fisico”. Al telefono si chiedono e si dicono cose anche sconvenienti – chiede Caporale. “Si potrebbe essere male interpretati. Meglio chiarire de visu”.