GUGLIONESI, MINORANZA PRESENTA ISTANZA SU CONCESSIONE GRATUITA DI LOCALI COMUNALI - Molise Web giornale online molisano

Guglionesi, minoranza presenta istanza su concessione gratuita di locali comunali

i Consiglieri di minoranza del Comune di Guglionesi Elisa D'Astolto, Barbara Morena, Giuseppe D'Urbano e Antonio Tomei hanno proceduto l'istanza di revoca in autotutela. Queste le loro parole: 

«Nell’ultimo Consiglio Comunale, in un nostro documento riportato a verbale e reso pubblico in data 4 ottobre, abbiamo, tra l’altro, contestato alcune scelte di questa Amministrazione e parlato di “Progetti e regalie varie di dubbia legittimità che nulla daranno ai Guglionesani”.

Volevamo informare i nostri concittadini che in questi giorni abbiamo presentato, a tal proposito, una istanza (e non è la prima) riferita alla concessione in comodato gratuito ad una SRL (Società di capitale) dei locali comunali di Via Capitano Verri.

Tale scelta, molto molto discutibile, ha chiaramente penalizzato le Associazioni locali, quali la Pro Loco, l’ARCI, I Guje, Centro Anziani, I Dialettanti, Zampe nel Cuore, L’Altra Guglionesi, Scuola Comunale di musica, Associazione Ciclisti e tutte le altre presenti sul territorio, alcune delle quali si è vista privare da questa Amministrazione di una sede dove svolgevano le loro attività aventi scopi sociali e senza scopi di lucro a vantaggio di tutta la collettività.

Indubbiamente la decisione di concedere gratuitamente gli ampi e nuovi locali di Via Capitano Verri stride con altre scelte di questa Amministrazione come ad esempio lo Stadio Comunale ed il Teatro Comunale per l’utilizzo dei quali è prevista una contribuzione da parte del cittadino e delle Associazioni richiedenti.

Sicuramente qualsiasi futura Amministrazione, escludendo per il bene di tutta Guglionesi il prosieguo di questa infelicissima esperienza amministrativa, andrà a valorizzare adeguatamente le iniziative di tutte quelle associazioni che hanno dato lustro alla nostra Comunità e che oggi si vedono invece limitate ed in molti casi pregiudicate nella loro attività.

Inoltre e sempre a proposito di scelte, chiediamo a questa risicata maggioranza: il nuovo Ufficio Europeo, all’opera da quasi due anni con un costo importante spalmato in diversi esercizi finanziari, quali e quanti progetti ha presentato per il Comune e quali e quanti finanziamenti sono arrivati o stanno per arrivare?

Il dubbio di molti concittadini ed anche il nostro è che anche queste decisioni, come la nomina dell’Assessore esterno, sembrerebbero riconducibili ad un sottaciuto accordo politico con qualche consigliere folgorato sulla via di Damasco e finalizzato ad assicurare, in modi diversi (astensioni ed assenze inventate per abbassare il quorum) i numeri in Consiglio Comunale, considerate le ripetute difficoltà della maggioranza manifestate nell’ultimo anno e mezzo.

Orbene tutto ciò dimostra ancora una volta l’assoluta incapacità di questa Amministrazione di programmare ed incidere seriamente sulle vere emergenze della Ns. Comunità. 

A riguardo, dobbiamo riconoscere che “L’anno che verrà” è stata una profezia azzeccata e, a proposito di regali, gli anni sono raddoppiati, 2020 e 2021, ed i Natali per adesso sono solo due (cui prodest?).

Purtroppo il ruolo e gli strumenti a disposizione dei consiglieri di minoranza sono molto limitati, ma possiamo assicurarvi che li stiamo e seguiteremo ad utilizzarli tutti e svolgeremo il nostro mandato elettorale continuando a fare le necessarie battaglie politiche con assoluta determinazione».