PROROGA DEI BONUS EDILIZI. L'ACEM - ANCE SI APPELLA AI PARLAMENTARI MOLISANI - Molise Web giornale online molisano

Proroga dei bonus edilizi. L'Acem - Ance si appella ai Parlamentari molisani

Dura la posizione dell’ACEM-ANCE Molise sulle altalenanti notizie divulgate dal Governo in merito alla proroga dei bonus edilizi ed in particolare del superbonus 110%.

Sull’argomento l’Associazione, con una nota a firma del Presidente Corrado Di Niro, si è rivolta questa mattina ai Parlamentari molisani lamentando come le notizie altalenanti di questi giorni sul Superbonus, sul bonus facciate e sugli altri incentivi, stiano gettando nell’incertezza i proprietari e i privati cittadini che intendano avvalersi delle misure, impossibilitati a programmare le proprie spese ed i propri investimenti con ovvie ripercussioni sulle imprese chiamate a realizzare gli interventi.

Inoltre, nella nota, l’Associazione si dichiara contraria ad una proroga del Superbonus solo per i condomìni e IACP ed alla previsione di un limite ISEE di 25.000 euro per i privati, in quanto i possessori di villette difficilmente hanno un ISEE inferiore a detto valore.

Per questo l’ACEM-ANCE Molise, stigmatizzando la prassi di disporre le proroghe sistematicamente all’ultimo minuto, ha chiesto l’impegno dei Parlamentari per un prolungamento a tutto il 2023 oltre che del Superbonus 110% anche del bonus facciate e degli altri incentivi, senza limitazioni e a beneficio di tutti, evidenziando come diversamente si rischia di vanificare i sicuri effetti positivi di queste Misure e di bloccare lo sviluppo.

«Il Governo si sta comportando in maniera folle - dichiara il Presidente Corrado Di Niro – creando disinformazione, tenendo tutti col fiato sospeso fino all’ultimo e in questo modo sta mettendo i cittadini e le imprese nella condizione di non poter programmare gli investimenti e le attività e questo rischia di vanificare i benefici delle varie misure e di bloccare lo sviluppo proprio nel momento in cui comincia ad intravedersi una ripresa. Non ha senso avviare degli strumenti per il rilancio del settore edile e durante la fase di ascesa bloccarli».