"IL TUO BACIO", INTERVISTA AL CANTANTE POP VENEZIALE - Molise Web giornale online molisano

"Il tuo bacio", intervista al cantante pop Veneziale

Di Simone d'Ilio

Alessandro Veneziale in arte "Veneziale" inizia il suo percorso nel 2016 pubblicando le prime cover su YouTube. Nel 2018 pubblica il suo primo inedito su iTunes e parallelamente partecipa alla trasmissione Mezzogiorno in Famiglia che lo porterà alla vittoria finale con la squadra del paese di Fornelli (IS). Sempre nel 2018 crea il suo primo spettacolo da direttore artistico "Mitici 90" spettacolo musicale interamente dedicato agli anni 90. Nel 2020 pubblica il suo primo EP di Inediti "Sorgere" da cui saranno estratti tre singoli ufficiali. Nel frattempo, continuano gli spettacoli di Mitici 90 che dal debutto conta diverse repliche a teatro, ed anche nel periodo della pandemia presenteranno uno show in diretta streaming su YouTube.Nel 2021 vengono pubblicati due inediti "Parli Troppo di Me" singolo promozionale del nuovo album in lavorazione, mentre a Settembre il primo singolo ufficiale "Il Tuo Bacio" che anticipa una fase più dark dell'artista. Il 21 Settembre apre la sfilata Rockstar Fashion Show a Milano, durante la settimana della moda. L'evento è organizzato da produttori internazionali con più di 15 stilisti, Veneziale presenterà un Medley di canzoni Rock più il suo inedito, che otterranno grande apprezzamento da parte del pubblico. Noi di Molise Web abbiamo avuto modo di poterlo intervistare. Ecco le risposte alle nostre domande:

-Cosa ti ha spinto nel mondo della musica?

“Credo che sia stato qualcosa di innato perché fin da bambino nonostante non fossi consapevole della mia vera vocazione mi piaceva molto cantare, per esempio nelle recite scolastiche o nei cori del mio paese e poi pian piano con l’età è venuta fuori questa mia passione e dopo il liceo mi sono dedicato a essa in modo più professionale. Posso dire che è stato un percorso di crescita personale”.

-Nella canzone "Il tuo bacio" personalmente ho avvertito tutti i lati di una relazione soprattutto il lato più nocivo di un amore dove una parte è considerata una vittima di questo “gioco” amoroso. Potresti dirci di più al riguardo?

“Riguardo il brano, effettivamente quando ho cominciato a lavorarci, ho voluto lasciare una libera interpretazione all’ascoltatore non volendo parlare nello specifico di una singola relazione amorosa visto anche che non mi sono basato su un’esperienza personale; quindi mi sono dedicato su un lato specifico che alcune relazioni umane possono venire incontro, ovvero il lato del tradimento. Questa canzone si riferisce ai cosiddetti “Giuda” i quali possiamo incontrare nel corso della nostra vita, non solo sul piano amoroso ma anche durante esperienze quotidiane come l’amicizia o nel mondo del lavoro. Proprio per questo motivo abbiamo reso protagonista del brano la figura biblica di Giuda; infatti, abbiamo preso come ispirazione per il montaggio del video alcune vicissitudini del Nuovo Testamento rendendo il tutto in mix tra sacro e profano. Ovviamente c’è tutta una dietrologia attorno al brano riguardanti tutte le evoluzioni della concezione del tradimento come l’essere prima sedotti per poi essere abbandonati che fanno emergere sensazioni di frustrazione e di rabbia che portano al desiderio di vendetta dove alla fine sarà il Giuda a soccombere, dando un senso di rivincita alla parte offesa e tradita”. 

-Com’è cercare di emergere nel tuo ambito in un territorio come il Molise?

 “Sto cercando di comprendere il modo migliore per poter emergere, anche perché se ci sono al momento delle possibilità nella nostra regione non sono ampie e durature. Per fare un esempio, se si presentano delle occasioni non sono da considerare sufficientemente remunerative per poter diventare cantante a tempo pieno e quindi non si può vivere solo di musica. Essendo una piccola regione le attività e le occasioni sono sporadiche ma la cosa che fa indietreggiare dei potenziali artisti emergenti è purtroppo l’opinione altrui. Infatti quando ho cominciato il mio percorso artistico iniziando a fare delle cover su You Tube ci furono immediatamente delle inutili critiche atte a sminuire il mio lavoro come il voler fare inutili paragoni con altri cantanti e tutto ciò è nocivo. Fortunatamente ci sono tante persone che apprezzano il mio operato anche perché faccio genere pop dove in Molise ci sono pochi esponenti e lo pratico senza l’ausilio di una band ma con strumenti elettronici e in questa regione si può considerare una rarità”.

 
Il link You Tube del brano "Il tuo bacio": Veneziale - Il Tuo Bacio - YouTube