PARCHEGGI A RIDOSSO DEL CENTRO STORICO, L'IDEA DI ESPOSITO (FI) DIVENTA MOZIONE: "SOSTA GRATUITA PER I PRIMI 15 MINUTI SULLE STRISCE BLU" - Molise Web giornale online molisano

Parcheggi a ridosso del centro storico, l'idea di Esposito (Fi) diventa mozione: "Sosta gratuita per i primi 15 minuti sulle strisce blu"

di Antonio Di Monaco
Aumentare l’offerta di parcheggio a ridosso del centro storico considerando che le soste brevi consentiranno una maggiore rotazione dei veicoli negli stalli rendendo gratuiti i primi 15 minuti. E' la proposta presentata quest’oggi con una mozione che sarà illustrata nel corso del prossimo Consiglio comunale dal capogruppo di Forza Italia”, Domenico Esposito, primo firmatario del documento, sottoscritto anche dal capogruppo dei “Popolari per l’Italia”, Salvatore Colagiovanni, dalla consigliera Carla Fasolino e dalla neo capogruppo del Misto, Giuseppina Passarelli. 
 
"L’obiettivo primario delle misure di tariffazione delle aree di sosta - ha scritto l'esponente azzurro in una nota - è quello di ottenere un equilibrio tra domanda e offerta dei parcheggi, frenando la sosta di lunga durata, certando di aumentare il numero di utenti che possono avere accesso alle zone centrali della Città così da incoraggiare gli utenti a fruire dei servizi e delle attività ubicate nel centro cittadino e nel centro storico. Con queste premesse, anche e soprattutto in considerazione della enorme sofferenza economica alla quale sono state sottoposte tante piccole attività commerciali del centro cittadino a causa di questi lunghi mesi di pandemia, condizione che ha azzerato gli eventi pubblici che creavano maggiore presenza di avventori, e in ragione delle regole restrittive e cautelative che contingentano gli ingressi negli esercizi pubblici, nasce l’idea del Consigliere Esposito, che punta ad incentivare quanto più la frequentazione di tante piccole attività commerciali del centro Città. Se pensiamo che le strisce blu a Campobasso interessano ben 1539 stalli di sosta, come riportato nel sito ufficiale di S.E.A. Servizi e Ambiente S.p.A. – Società in house del Comune di Campobasso, che dal primo di agosto scorso si occupa anche della gestione del servizio sosta a pagamento in Città, possiamo facilmente renderci conto di quanto impattante può essere sulla ripresa commerciale l’introduzione di questa novità per Campobasso".
 
Il commercio al dettaglio "ha un ruolo fondamentale per la città – ha sottolineato Esposito – ed è per questo che ho voluto suggerire questa ennesima proposta. Se da un lato si sono introdotte iniziative tipo l’occupazione di suolo pubblico gratuita per quelle attività che hanno perso capacità all’interno, vanno individuate ulteriori azioni da introdurre per aiutare il comparto in questo difficilissimo periodo di pandemia; lavorare concretamente per la ripartenza e la ripresa post Covid attraverso ogni iniziativa possibile, e i parcheggi blu gratuiti per un quarto d’ora ne sono un ulteriore esempio e possibilità. Oltremodo le tariffe di parcheggio agevolate possono avere un ruolo importante per incentivare gli utenti al mantenimento di abitudini e comportamenti positivi per la vivibilità e la vivacità economica e sociale del centro cittadino. In un colpo solo - ha concluso il capogruppo Fi - possiamo sostenere le attività economiche e sociali del centro semplificando anche la vita di tutti; un aiuto concreto al commercio al dettaglio e ai cittadini, che d’ora in poi potranno fare quelle soste rapide per un acquisto veloce o il ritiro di merci o documenti. Con questa nuova proposta, intendo invogliare l’Amministrazione comunale ad avvicinarsi al 'centro commerciale naturale' per fare acquisti che non richiedano lunghe soste e ad aumentare l’offerta di parcheggio a ridosso del centro storico, dato che soste brevi consentiranno una maggiore rotazione dei veicoli negli stalli di sosta. Oggi poi che a gestire i parcheggi è la Società in House del Comune, la S.E.A. è ancora più naturale che si offrano maggiori servizi al Cittadino; basta tarare le colonnine con una misura che consenta all’utente d’inserire la targa (o semplicemente le tre cifre numeriche della stessa) rilasciando un tagliando di cortesia di 15 minuti gratis da esporre sul parabrezza, anche limitandone la fruibilità su base giornaliera".