POSTE ITALIANE CERCA NUOVI PORTALETTERE: REQUISITI E SCADENZA DOMANDA - Molise Web giornale online molisano

Poste Italiane cerca nuovi portalettere: requisiti e scadenza domanda

Il mercato del lavoro italiano sta vivendo una nuova fase di fioritura. L’allentamento delle restrizioni dovute alla pandemia sta favorendo un graduale ritorno dei ritmi lavorativi pre-covid, il che ha degli effetti positivi anche sulle nuove assunzioni.
Su questa scia, c’è anche Poste Italiane, uno dei gruppi storici del Bel Paese, che ha pubblicato di recente un nuovo bando di assunzioni dedicate a portalettere da impiegare in varie zone dello stivale.
Andando nello specifico la ricerca interessa ben 11 regioni, tutte situate nel centro-nord, ovvero Veneto, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Umbria, Marche, Emilia Romagna e Liguria. I candidati potranno esprimere un’unica preferenza geografica e una volta entrati nel team firmeranno un contratto a tempo determinato.
Per potersi candidare è necessario aver conseguito un diploma di maturità con un punteggio minimo di 70 su 100. Le domande prive di questo requisito verranno prontamente cestinate.
Naturalmente per poter svolgere la mansione del portalettere, è necessario essere provvisti di patente di guida in corso di validità. Per coloro che fanno richiesta per la provincia autonoma di Bolzano è necessario anche il patentino di bilinguismo (italiano/tedesco).
La domanda va inviata telematicamente attraverso il form appositamente predisposto sul sito web dell’azienda. I candidati devono quindi recarsi nella sezione recruiting e selezionare l’annuncio di portalettere.
Successivamente i richiedenti devono cliccare sul pulsante azzurro e procedere con l’inserimento dei propri dati anagrafici e professionali. C’è tempo fino al 21 novembre per poter fare la domanda.
Le risorse saranno scelte in base alle esigenze di Poste Italiane (clicca qui per conoscere ulteriori opportunità lavorative) nei vari territori. Della procedura di selezione se ne occuperà l’area delle risorse umane, che avrà il compito di verificare i candidati o con un test in via telematica o in azienda. Gli step successivi sono un colloquio orale e una prova di guida, fondamentale per essere scelti.