AAROI EMAC MOLISE PRENDE LE DISTANTE DAL PRIMARIO NO VAX: «RESPINGIAMO CON FERMEZZA CERTE ASSURDE TEORIE» - Molise Web giornale online molisano

AAROI EMAC MOLISE prende le distante dal Primario no vax: «Respingiamo con fermezza certe assurde teorie»

Dopo il caso emerso in un servizio della TgR Molise nel quale sono state riportate alcune affermazioni di un Primario di Terapia Intensiva "no vax" che eserciterebbe senza green pass, arrivano le dichiarazioni del Presidente David Di Lello dell'AAROI EMAC MOLISE (Organizzazione Sindacale Nazionale dei Medici di Anestesia e Rianimazione molisano) con le quali si prendono le nette distanze dal pensiero del medico no vax.
«E’ lo sgomento più profondo quello che ha suscitato il servizio del TgR Molise del 06.11.2021, in cui si riportano quelle che sarebbero le affermazioni di un Responsabile di Anestesia e Rianimazione di un ospedale molisano. La Sezione Molise AAROI EMAC, che rappresenta la grande maggioranza di tutti gli anestesisti rianimatori molisani in attività, respinge con fermezza certe assurde teorie antiscientifiche e ritiene che non debba essere quella che emerge dal servizio del TgR Molise l’immagine della categoria nei confronti della popolazione.

Crediamo fermamente nell’utilità dei vaccini anche e soprattutto nel contrastare il Covid 19, ricordiamo il sacrificio di tanti sanitari caduti, in Italia e nel mondo, durante la pandemia in epoca pre-vaccinale e che, se avessero potuto sottoporsi alla vaccinazione, si sarebbero salvati.

Pur confidando che si sia trattato di affermazioni scherzose, riteniamo che coloro che rivestono certi ruoli professionali non possono veicolare taluni messaggi che, se anche in ipotesi scherzosi, possono risultare estremamente pericolosi per la collettività, provenendo da soggetto particolarmente qualificato.

Crediamo nella scienza, altrimenti non potremmo svolgere la professione di anestesista-rianimatore» - conclude il Di Lello.