PRONTO SOCCORSO VENEZIALE, PASTORE: LA POLITICA IGNORA LO STATO DI AGITAZIONE - Molise Web giornale online molisano

Pronto soccorso Veneziale, Pastore: la politica ignora lo stato di agitazione

Torna sui social la protesta del primario del pronto soccorso del Veneziale di Isernia Lucio Pastore che denuncia  totale disinteresse della politica riguardo allo stato di agitazione proclamato nei giorni scorsi.
"Come muro di gomma la politica e l'amministrazione ignora lo stato di agitazione, sotto egida sindacale, proclamato dal Pronto Soccorso d'Isernia con richieste ben precise:
1) ripristino degli organici e l'eventuale intervento di Emergency, come avvenuto in Calabria, se si è momentaneamente impossibilitati a trovare nuovi dirigenti medici;
2) aumento della disponibilità di posti letto affinché si possano dare risposte all'utenza che affluisce nel nostro servizio ed evitare che stazioni su barelle, o in condizioni precarie, per giorni e giorni nei nostri locali;
3) percorsi chiari per alcune patologie come i politraumi o le lesioni neurologiche emorragiche od ischemiche, le patologie urologiche, ecc che non possiamo trattare e che non riusciamo ad allocare facilmente.
Lavorare nelle attuali condizioni crea disagio a tutto il personale ed ai pazienti ed è pericoloso in quanto il personale rischia una vera e propria sindrome di burnout.
Poiché si ignorano tutte queste rischieste, saremo costretti a coinvolgere la popolazione nella protesta, sperando che almeno i cittadini vengano ascoltati"