PRIMARIO TERAPIA INTENSIVA A TERMOLI SI SOTTOPONE ALLA SECONDA DOSE - Molise Web giornale online molisano

Primario terapia intensiva a Termoli si sottopone alla seconda dose

Si è sottoposto nelle scorse ore alla seconda dose di vaccino il medico primario facente funzioni della Rianimazione di Termoli, Giuseppe Germele, che era rimasto in servizio negli ultimi mesi senza avere il green pass perché aveva ricevuto una sola dose di vaccino e non aveva effettuato la seconda. Il caso è stato sollevato dalla Tgr Molise della Rai che ha riferito di conversazioni registrate nelle quali un primario parlando con altri operatori sanitari in ospedale esprimeva forti perplessità sui vaccini e sembrava sposare le teorie no vax.

Si è poi appreso che il medico in questione era Germele. Intervistato da Telemolise e Primonumero il primario ha ammesso di non aver fatto la seconda dose e di non avere il green pass perché dopo la prima dose (effettuata comunque a maggio e non a gennaio, come accaduto per la stragrande maggioranza dei medici ospedalieri) ha avuto una reazione avversa con problemi alla vista. "Avrei dovuto fare l'esenzione - ha aggiunto - ma non l'ho fatta". Germele ha anche confermato dal canto suo "perplessità e timori" sui vaccini. "Sarei già potuto andare in pensione - ha proseguito - ma mi hanno chiesto se potevo restare vista l'emergenza in corso, io comunque posso andare via anche domani". Il medico infine ha riferito che i vertici Asrem gli hanno chiesto di mettersi in regola e che aveva "già in programma di fare la seconda dose in queste ore". Sull'accaduto sono in corso indagini dei Nas e c'è un accertamento interno dell'Asrem, l'azienda sanitaria regionale. Fino a ieri l'Asrem aveva sospeso dal lavoro 19 suoi dipendenti non vaccinati, tra i quali non c'era Germele. (ANSA)