SESTO CAMPANO, STRARIPAMENTO FIUME VOLTURNO. IL SINDACO: "BISOGNA INTERVENIRE PRIMA CHE ACCADA UNA TRAGEDIA" - Molise Web giornale online molisano

Sesto Campano, straripamento fiume Volturno. Il sindaco: "Bisogna intervenire prima che accada una tragedia"

A Sesto Campano, provincia di Isernia, il fiume Volturno ha rotto gli argini, con ben 100 metri di lavori assolutamente urgenti da realizzare. 
Questo il disagio dei cittadini del posto, che vivono questa incresciosa situazione ormai da anni e che sembra peggiorare con il passare del tempo. 
Il primo cittadino, Eustachio Macari, ha espresso tutta la sua preoccupazione circa la disastrosa questione in una lettera al presidente della Regione Molise, Donato Toma, a tutti gli uffici regionali preposti, alla Protezione civile e al distretto idrografico Appennino Meridionale, che si occupa del fiume Volturno: 
«Nell'autunno del 2020 furono informate tutte le autorità competenti circa lo straripamento in località Ripa Rossa, ma la risposta è stata che nel lungo periodo si sarebbero trovate risorse strutturali e non strutturali per la definitiva risoluzione del problema, ma nel breve periodo la mancanza di finanziamenti non permetteva una celere risoluzione del problema». - Inizia il sindaco - « Bisogna ricostruire l'argine prima che accada una tragedia». 
L'autorità di bacino ha chiesto fondi all'Unione Europea  e il Comune ha lavorato ad un progetto di ricostruzione, ma c'è una legge regionale che prevede il pagamento di ciò che si preleva da un bene demaniale. Questo significa che la ditta che dovrebbe effettuare i lavori, dovrà pagare 120mila euro alla regione. Un paradosso che non permette di fatto al Comune di trovare una soluzione all'enorme problema.
Non resta perciò che sperare che il fiume non si alzi ulteriormente, provocando danni a cittadini e abitazioni. 
 
di Denise Michela Pengue