DISFATTA CAMPOBASSO, POKER DEL LATINA SENZA APPELLO. ISTITUZIONI E IMPRENDITORI: È ORA DI INTERVENIRE - Molise Web giornale online molisano
Latina Campobasso 4-1

Disfatta Campobasso, poker del Latina senza appello. Istituzioni e imprenditori: è ora di intervenire

di Marco Bruni

Partita disastrosa giocata, quest’oggi, in quel di Latina dagli uomini di mister Cudini che incassano, per la seconda gara di fila, ben quattro reti mettendo ancor più in evidenza le enormi lacune difensive alle quali andrebbe posto urgente rimedio.

La conquista della terza serie nazionale è un patrimonio per la città e l’intera regione che va difeso a tutti i costi. Il mercato di gennaio si avvicina e occorre stringersi tutti insieme per porre rimedio alla situazione prima che sia troppo tardi. Istituzioni e imprenditori hanno il dovere morale di intervenire per difendere e consolidare quanto di buono costruito fino ad ora senza disperdere un valore aggiunto fondamentale, non solo dal punto di vista prettamente sportivo, ma anche e soprattutto, da un punto di vista di opportunità in termini di visibilità, pubblicità del territorio e, di conseguenza, prospettive economiche quanto mai vitali in un momento storico così particolare e difficile.

Venendo al match il Latina merita, senza appello, la vittoria costruita giocando meglio dei rossoblù e concretizzando al massimo le occasioni create.

Il primo campanello d’allarme suona già al 6’ con un tiro ravvicinato di Tessiore parato con un super riflesso da Raccichini.

L’estremo difensore rossoblù, tuttavia, la combina grossa appena un quarto d’ora più tardi quando, da un retropassaggio di Dalmazzi, svirgola clamorosamente il rinvio consentendo all’attaccante Carletti di approfittarne e depositare la sfera in rete per il gol che vale il vantaggio dei laziali.

La reazione dei lupi non perviene ed i neroazzurri ne approfittano ancora, in contropiede, raddoppiando con Sane chiudendo, di fatto, i giochi della prima metà di gara.

Nella ripresa stenta ancora a decollare il gioco dei molisani che non si rendono mai pericolosi. Al minuto 60 piove sul bagnato: il capitano Bontà, già ammonito, entra con il gomito alto ai danni di un centrocampista avversario costringendo il direttore di gara ad estrarre il secondo giallo con conseguente espulsione.

I lupi sotto di due reti con l’uomo in meno sembrano completamente smarriti. Mister Cudini prova a riordinare le carte con numerosi cambi ma l’effetto è ancora più devastante: al 67’ ed al 69’ prima Sane e poi ancora Carletti portano il tabellino sul perentorio 4-0 lasciando senza parole i circa 300 supporters giunti dal capoluogo sugli spalti e i numerosissimi appassionati incollati alle TV da casa.

Al 91’ un’ultima emozione: sugli sviluppi di un corner tirato da Pace il direttore di gara ravvisa un tocco di mano di De Santis assegnando il calcio di rigore.

Rossetti, dagli undici metri, non sbaglia realizzando il gol della bandiera.

Partita da dimenticare in fretta in vista del difficilissimo impegno casalingo previsto per domenica prossima, 21 novembre alle ore 17.30, contro il temibile Foggia di Zeman.

 

Formazioni

 

Latina (3-5-2): Cardinali; De Santis, Sane, Giorgini; Ercolano, Barberini, Tessiore, Di Livio, Esposito; Carletti, Nicolao

A disposizione: Alonzo, Marcucci, Celli, Mascia, Atiagli, D'Aloia, Rossi

Allenatore: Daniele Di Donato


 

Campobasso (4-3-3): Raccichini; Fabriani, Magri, Dalmazzi, Vanzan; Tenkorang, Bontà, Ladu; Emmausso, Rossetti, Liguori

A disposizione: Zamarion, Coco, Sbardella, Nacci, Pace, Martino, Candellori, De Biase, Giunta, Persia, Vitali, Parigi

Allenatore: Mirko Cudini

 

Arbitro: Vergaro di Bari