SANITÀ, L'ATTACCO DI FACCIOLLA E CECERE: LA GESTIONE DELLA GOVERNANCE È TOTALMENTE INADEGUATA - Molise Web giornale online molisano

Sanità, l'attacco di Facciolla e Cecere: la gestione della governance è totalmente inadeguata

L'obiettivo è quello di sottolineare la gravità della situazione del sistema sanitario in Molise ma in particolare del Cardarelli di Campobasso. E' avvenuto in una conferenza stampa nella sede del Pd di Campobasso alla presenza dell'ex primario del reparto di chirurgia Giuseppe Cecere, del segretario Vittorino Facciolla e della vicesegretaria Giovanna Viola.
 
"Mi sono dimesso - ha tuonato Cecere durante il suo intervento - perché non ero più compatibile con il sistema. In un anno sono circa mille i posti persi. Si tratta di gran parte di medici e infermieri che hanno fatto la storia del Cardarelli di Campobasso in maniera indefessa. Quando arrivai a Campobasso non mi sono certo trovato davanti a un policlinico universitario, ma era un ospedale degno di questo nome. I primari che ricoprivano i posti nei vari reparti sono stati in grado di fornire un'assistenza sanitaria paragonabile per lo meno a quella delle altre regioni. Oggi questo non succede più. A questo sfacelo organizzativo, a questa incapacità della dirigenza aziendale e regionale di provvedere ai bisogni dei cittadini in parte è subentrato il privato, che ci piaccia o no, privato che ha una varietà di scelte e di esecuzione e una organizzazione che è decisamente migliore di quella del pubblico". 
 
"Le notizie che leggiamo non ci rasserenano – ha detto Facciolla – ci sono ogni giorno dimissioni di personale ospedaliero su tutto il territorio regionale.  Difficoltà che si sono palesate in tutta la loro drammaticità, in particolare nel garantire l’ordinarietà anche degli interventi chirurgici". 
Arriva poi implacabile l'attacco al direttore generale dell'Asrem Oreste Florenzano. "Non siamo più all’inizio di una esperienza di governance. Registrare una serie così importante di dimissioni deve far riflettere".