GARANTE REGIONALE, VARATO IL CODICE ETICO PER I DIRITTI DEI MINORI NEGLI OSPEDALI - Molise Web giornale online molisano

Garante regionale, varato il Codice etico per i diritti dei minori negli ospedali

Più tutele ai minori ricoverati in ospedale, grazie al ‘Codice del diritto della persona di minore età alla salute e ai servizi sanitari’, frutto del lavoro congiunto del Garante regionale dei Diritti della Persona, dell’Asrem e della Regione Molise.
Il nuovo strumento è stato presentato ufficialmente oggi in occasione della Giornata internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che cade proprio il 20 novembre. Tra i presenti il Direttore Generale Oreste Florenzano, il Garante regionale dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza Leontina Lanciano, il Direttore Generale per la Salute Lolita Gallo e l'assessore regionale Quintino Vincenzo Pallante. 
«Ogni anno – spiega Leontina Lanciano – in base a quanto disposto dalla normativa, in veste di Garante regionale dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza organizzo uno speciale evento informativo per celebrare la data che ha segnato l’approvazione, da parte delle Nazioni Unite, della ‘Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo’. Quest’anno, per ricordare questa importante giornata, ho voluto promuovere un appuntamento che non avesse solo una valenza divulgativa, ma che comprendesse anche un valore più concretamente operativo. Ho quindi deciso di scegliere questa data per presentare formalmente il ‘Codice del diritto della persona di minore età alla salute e ai servizi sanitari’, in collaborazione con la regione ma anche con l'Asrem».
Poi continua: «La Stesura codice etico dà la possibilità ai i bambini ospedalizzati di non sentirsi più oggetti ma soggetti durante le cure mediche. Il Codice etico viene infatti applicato ai minori ospedalizzati: i minori vengono informati passo passo circa le cure mediche a cui saranno sottoposti. Di fatto questo non rappresenta solo un codice normativo ma anche di principio. Infatti, proprio in tema vaccinazioni, come garante ho avuto tanti casi di minori che si rivolgono a noi per essere vaccinati in seguito al diniego dei genitori, a dimostrazione del bisogno di una misura del genere. 
Il Codice riguarda i minori dall'età prenatale fino ai 18 anni e siamo una delle poche regioni che lo ha reso esecutivo».
Vi sono stati poi gli interventi dei personaggi di spicco della sanità molisana, come la Dottoressa Gallo, che si è detta felice di poter rispondere a tale necessità e del Direttore Asrem Florenzano, che aggiunto: 
«Siamo felici poiché intendiamo costruire una sanità migliore: spesso le critiche continue che riceviamo non aiutano, per questo la sinergia tra le istituzioni, ritrovata attraverso questo progetto, ci permette di lavorare con maggiore serenità. La pandemia ci ha sicuramente ostacolato nel ricostruire la sanità molisana, ma cogliamo ogni occasione utile per farlo. Oggi un mattone in più è stato posto».
 
 
di Denise Michela Pengue