TERMOLI, DUE MISURE CAUTELARI CONTRO UOMINI VIOLENTI: VITTIME LE EX COMPAGNE - Molise Web giornale online molisano
L'appello della Polizia di Stato: "Denunciate"

Termoli, due misure cautelari contro uomini violenti: vittime le ex compagne

Nell’ambito dell’attività svolta dalla Polizia di Stato per il contrasto al fenomeno della violenza sulle donne e nei confronti delle fasce deboli in generale, il personale del  Commissariato di Polizia di Stato di Termoli ha segnalato all’Autorità Giudiziaria alcuni soggetti che, nell’ambito delle rispettive relazioni sentimentali, hanno posto in essere comportamenti violenti e persecutori nei confronti del partner.

In particolare, nei giorni scorsi, accertamenti da parte degli uomini del Commissariato hanno condotto all’emissione di due misure cautelari "del divieto di avvicinamento alla persona offesa e del contestuale divieto di comunicare in qualsiasi modo con la stessa".

La prima è stata applicata  nei confronti di un 26enne termolese,  il quale in più occasioni ed in maniera reiterata aveva aggredito verbalmente e fisicamente l’ex compagna, anche in strada. La donna, temendo per la propri incolumità e per quella delle persone a lei vicine, ha deciso di chiedere aiuto a causa di un sempre crescente e concreto  timore di ritorsioni da parte dell’uomo. Questo aveva, infatti, espressamente palesato l'intento di ottenere l’affidamento esclusivo del figlio minore “a qualsiasi costo”.

 Analoga misura cautelare è stata adottata nei confronti di un 38enne di origini campane, ma residente a Termoli, a causa di una serie di atti persecutori e diffamatori attuati nei confronti dell’ex fidanzata. Il protrarsi di tale situazione aveva portato la donna a modificare le proprie abitudini per cercare di depistare l'uomo, ma, alla fine fortunatamente, ha deciso di denunciare.

Nella settimana in cui ricorre la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne (25 novembre), la Polizia di Stato, riportando i risultati conseguiti nell’ambito del contrasto alla violenza di genere e il loro sostegno e tutela delle vittime, si appella all’importanza di rivolgersi alle forze dell'ordine per denunciare episodi di violenza domestica. 

Si ricorda inoltre che è a disposizione dei cittadini l’applicazione per smartphone YouPol, con cui è possibile segnalare, tra gli altri, episodi di violenza verificatisi tra le mura di casa, anche in forma anonima.