SANITÀ E PREVENZIONE: OGGI A CAMPOBASSO LA CONFERENZA STAMPA SUI DOCUMENTI APPROVATI IN CONSIGLIO - Molise Web giornale online molisano

Sanità e prevenzione: oggi a Campobasso la conferenza stampa sui documenti approvati in consiglio

Di Rossella Ciaccia
Si è svolta nella mattinata odierna, presso il Comune di Campobasso, la Conferenza Stampa sui documenti approvati in Consiglio sull'emergenza sanitaria e la  necessità di prevenzione in materia di covid19.
Presenti alla conferenza l'ex Sindaco Antonio Battista,  il Consigliere regionale Antonio Vinciguerra, L'Assessore Alberto Tramontano e la Consigliera Bibiana Chierchia.
Intervenuto anche il Sindaco Gravina, il quale ha tenuto a ribadire di come ci sia ancora molta paura ma al tempo stesso anche molta attenzione sia da parte della politica, che da quella dei cittadini stessi in campo di prevenzione.
Lo stesso Gravina ribadisce di come abbia fatto presente alla conferenza dei Sindaci dell'importanza di trovare al più presto una soluzione per quanto riguarda il problema sanità, in particolar modo nella nostra cittadina e più in generale nell'intera regione.
Nel corso della conferenza si è sottolineato la criticità dei nostri Ospedali, in particolare l'Ospedale Cardarelli, in cui ci si trova difronte ad una situazione in cui bambini positivi al Covid, e bisognosi di ricovero, debbano essere trasferiti poiché ci si trova difronte la chiusura, tra gli altri reparti, anche di quello di pediatria.
A prendere la parola, poi, il Consigliere Antonio Vinciguerra, il quale ribadisce di come attualmente il problema maggiore della sanità sia proprio legato all'emergenza covid, ma non solo. Ben altri sono i problemi che attanagliano la sanità molisana, basti pensare, in materia di prevenzione, a tutti i malati oncologici di cui si è discusso e firmato il protocollo proprio durante il consiglio comunale.
A prendere la parola, poi, Antonio Battista il quale sottolinea l'importanza che il documento sia stato approvato da tutti, poiché in questo modo "la città di Campobasso si presenta, all'opinione pubblica e alle forze politiche che devono rappresentare lo Stato della sanità molisana, unita e compatta.
La sanità molisana - prosegue Battista - non è più quel servizio universale , poiché è deceduto il sistema territoriale e quello ospedaliero. Motivo per cui solo la piccola  parte di cittadini che riesce a pagarsi le spese mediche private può usufruire al diritto alla sanità. Il sistema sanitario ed ospedaliero, dunque,  risulta impoverito in ogni suo aspetto, a partire dal  personale, fino alla mancata organizzazione.
Inoltre non bisogna dimenticare il debito sanitario a cui non riusciamo a far fronte, debito il quale avevamo sperato che il commissario sanitario potesse risolvere, commissario dimostratosi poi, anch'egli un enorme flop".
Infine la Consigliera Chierchia la quale evidenzia di come, ciò che il consiglio comunale ha chiesto all'unanimità in materia di sanità e prevenzione, fosse un problema non attuale, ma ormai vecchio, problema del quale ci si sarebbe dovuti preoccupare molto tempo prima.
"Ciò che chiediamo - spiega la consigliera - è che gli amministratori comunali debbano fare fronte comune e farsi dunque portavoce delle singole amministrazioni quali noi siamo. Noi raccogliamo le urla di disperazione dei cittadini - conclude la consigliera -  e vorremmo ricordare che ad essere in gioco non è più soltanto la salute, ma anche e soprattutto la vita".