CONSIGLIO REGIONALE E SANITÀ, NELL'ENNESIMA DISCUSSIONE MONOTEMATICA IORIO SI RICONCILIA COL CENTRODESTRA - Molise Web giornale online molisano
Il Movimento Cinque Stelle ha tentato di chiedere la destituzione di Florenzano, emendamento alla mozione bocciato
di Viviana Pizzi
 
Quello svoltosi oggi è stato l'ennesimo consiglio monotematico sulla sanità molisana. Dopo il rinvio del dibattito sulla nomina della consigliera di parità e dopo la conferenza capigruppo l'assise è tornata in riunione per discutere e approvare all'unanimità la mozione a firma di Iorio, Micone e Romagnuolo dal titolo "Situazione sanitaria locale, provvedimenti urgenti". 
 
Il dibattito che ha portato alla votazione non è stato dei più semplici. Da una parte Iorio, che in questo caso si è magicamente riunito alle posizioni del centrodestra, che ha chiesto una sorta di "Decreto Molise" nel quale si impegnano anche i parlamentari molisani a chiedere al Governo maggiori fondi per il funzionamento della macchina sanitaria, dall'altra Andrea Greco e il Movimento Cinque Stelle che invitano il centrodestra " a fare i compiti a casa" e a gestire meglio i fondi che sono arrivati dal Governo. L'aula si è trasformata in un dibattito nemmeno troppo velato sui parlamentari molisani. Da una parte la maggioranza regionale che vorrebbe scaricare su di loro ogni responsabilità, e dall'altra il Movimento Cinque Stelle che, nel sottolineare che per l'ospedale Covid sono arrivati altri 3 milioni di euro, ha inteso intavolare una difesa d'ufficio sull'operato di Governo e parlamentari. Cosa ovvia considerando che ci sono i loro colleghi di partito a rappresentare il Molise a Roma. Anche se in un distinguo del consigliere Nola c'è stato il passaggio "ci sono i parlamentari che non fanno nulla e quelli che lavorano" riferito anche ai colleghi di partito di altre regioni.
 
Lo stesso Movimento Cinque Stelle aveva presentato un emendamento alla mozione, tentando di inserire al suo interno la rimozione di Oreste Florenzano da direttore generale Asrem, ma  è stato bocciato. Senza discussione in aula sono state approvati anche altri due punti all'ordine del giorno: (Rg. n. 1225) Prot. n. 7196/21 del 18/11/2021 Mozione, a firma del consigliere Fanelli, a d oggetto "Delibere D.G. ASREM n. 1156 dell'8/10/2021 e n. 1165 dell'11/10/2021 - Approvazione del Piano triennale ASREM dei fabbisogni di personale 2021/2023 - Istituzione infermiere di famiglia - Avvio di nuove procedure concorsuali per infermieri e operatori socio sanitari. Stabilizzazione personale in possesso dei requisiti previsti"; Mozione, a firma del consigliere Fanelli, ad oggetto "Programmazione sanitaria regionale e nuova bozza del decreto Balduzzi. Impegno al Presidente della Giunta regionale". 
 
Il consiglio è stato poi aggiornato a martedì prossimo alle 15. Sarà un'altra riunione in cui si parlerà solo ed esclusivamente di sanità? Gli altri problemi del Molise, quelli non commissariati, quando torneranno nell'agenda politica? Forse mai, perché si assiste a un dibattito ormai divenuto un esercizio di stile, come hanno avuto modo di sostenere anche i rappresentanti del Movimento Cinque Stelle Molise. Toma era assente per malattia. L'unico che ha davvero potere decisorio sulla sanità in Regione.