NON BASTA EMMAUSSO NEL FINALE: ANCHE IL CATANZARO PASSA AL ROMAGNOLI - Molise Web giornale online molisano
Campobasso – Catanzaro 1-2

Non basta Emmausso nel finale: anche il Catanzaro passa al Romagnoli

di Marco Bruni

Nonostante una buona prova dell’undici rossoblù, a raccogliere l’intera posta in palio è il Catanzaro.

Calabresi cinici e spietati: poche le occasioni create ma grande la vena realizzativa.

Al contrario, il Campobasso, non riesce a sfruttare a pieno quanto di buono visto in campo. Complice, sicuramente, anche un po' di sfortuna ed un arbitraggio non del tutto all’altezza della situazione.

Tolti gli alibi, resta una classifica deficitaria, non solo nel punteggio generale ma anche per quanto concerne il numero di gol subiti e realizzati. La media, di quasi due gol a partita subiti, non può far stare tranquilli e, come ribadito più volte, urge intervenire sul mercato.

Il Campobasso parte bene sfiorando, nei primi minuti, il vantaggio con Rossetti abile a raccogliere, con un perentorio colpo di testa, una palla proveniente dalla sinistra.

La reazione giallorossa non si fa attendere e, alla mezz’ora, Bombagi finalizza al massimo un cross di Cianci firmando il primo gol della partita.

Al minuto 43 è ancora Rossetti a mettere paura la difesa ospite colpendo in pieno il palo alla sinistra dell’incolpevole Branduani.

Il cinico Catanzaro, appena due giri di lancette più tardi, chiude la prima frazione di gioco firmando il gol del raddoppio con un fortunato tiro di Vazquez.

Nella secondo tempo l’impresa per gli uomini di mister Cuduni – quest’oggi squalificato – si fa ardua.

Al 64’ Parigi si incarica di un calcio di punizione dal limite dando l’illusione del gol colpendo solo l’esterno della rete.

Dieci minuti più tardi Branduani la combina grossa uscendo dalla propria porta e perdendo la palla da limite destro dell’area di rigore. Con la porta sguarnita Liguori e compagni, tuttavia, non riescono a trasformare sciupando un’occasione a dir poco clamorosa.

A cinque minuti dal 90’ Emmausso, finalmente, sale in cattedra e si invola sulla fascia sinistra. Dopo uno slalom tra la difesa ospite, mette a sedere anche il portiere e realizza il gol che dimezza lo svantaggio.

Con ben cinque minuti di extra-time, decretati dal Sig. Kumara di Verona, il Campobasso prova a portare a casa un pareggio insperato ma, nonostante gli sforzi, il risultato resta inchiodato sul 1-2 fino al triplice fischio finale decretando una sconfitta tutto sommato non del tutto meritata per i rossoblù che chiudono le gare interne del girone di andata con una sola vittoria.

A termine del “giro di boa” ci sarà un altro importantissimo scontro diretto per la salvezza che vedrà il Campobasso scendere sul campo del Potenza dove sarà assolutamente vietato sbagliare.

 

 

Formazioni

CAMPOBASSO (3-4-3): Raccichini; Fabriani, Menna, Magri; Pace, Bontà, Persia, Tenkorang; Candellori, Rossetti, Vitali

A disposizione: Zamarion, Coco, Sbardella, Vanzan, Nacci, Ladu, Emmausso, Martino, De Biase, Giunta, Liguori, Parigi

Allenatore: Cristian Cicioni

 

CATANZARO (3-5-2): Branduani; Scognamillo, De Santis, Gatti; Fazio, Bombagi, Cinelli, Verna, Vandeputte; Vazquez, Cianci

A disposizione: Nocchi, Romagnoli, Bayeye, Martinelli, Curiale, Monterisi, Porcino, Ortisi, Risolo, Carlini, Bearzotti

Allenatore: Andrea Milani

 

Arbitro: Kumara di Verona