GUARDIE MEDICHE CARENTI IN BASSOMOLISE, IN PREFETTURA PER SUPERARE L'EMERGENZA - Molise Web giornale online molisano

Guardie mediche carenti in Bassomolise, in Prefettura per superare l'emergenza

 
 
Criticità guardie mediche Basso Molise: se n'è parlato questo pomeriggio nel corso di una riunione convocata dal prefetto di Campobasso, Francesco Antonio Cappetta, presso il Palazzo del Governo. Presenti il governatore Toma, il dg Asrem Florenzano, i sindaci dei Comuni di Campomarino, Portocannone, San Martino in Pensilis, Santa Croce di Magliano, Ururi. 
Florenzano ha comunicato la strategia messa in atto dall’Azienda sanitaria allo scopo di fronteggiare la situazione di qui ai prossimi mesi. Si è fatto ricorso, in pratica, alle prestazioni aggiuntive del personale medico in virtù delle quali è stato possibile coprire gran parte dei turni. 
Toma, da parte sua, ha annunciato la dichiarazione dello stato di zona carente, in modo tale da consentire alla Struttura regionale di procedere, quanto prima possibile, al reperimento di personale.
Il governatore, poi, ha illustrato il progetto più complessivo al quale si sta lavorando: circa 13 milioni di euro le risorse disponibili per nove Case di comunità, 6 milioni per due Case della salute, fondi provenienti dal Pnrr. Previsti, inoltre, il rafforzamento del Vietri di Larino, del SS. Rosario, e il potenziamento delle postazioni del 118.