CONSIGLIO REGIONALE MONOTEMATICO SUL SISTEMA IDRICO INTEGRATO: ECCO IL CONTENUTO DELLE MOZIONI APPROVATE - Molise Web giornale online molisano

Consiglio regionale monotematico sul sistema idrico integrato: ecco il contenuto delle mozioni approvate

Si è svolta in mattinata la seduta monotematica per discutere del “sistema acqua” richiesta dai Consiglieri Patrizia Manzo, Vittorio Nola, Angelo Primiani, Fabio De Chirico, Andrea Greco, Valerio Fontana, Micaela Fanelli e Vittorino Facciolla.

Ha introdotto la discussione la Consigliera Manzo, sono seguiti gli interventi dei Consiglieri Iorio, Fanelli, Romagnuolo, Facciolla, Nola, Primiani, Greco, l’Assessore Niro e il Presidente della Regione Toma.

L’Assise ha quindi approvato 4 atti di indirizzi relazionati al dibattito svoltosi sul tema.

  • Mozione, a firma dei Consiglieri Manzo, Nola, Fontana, Fanelli, Primiani, De Chirico, Greco e Facciolla, ad oggetto "Nuovo ciclo del Piano di gestione del distretto idrografico dell'Appennino.

L’atto di indirizzo, approvato con 16 voti favorevoli e 1 astenuto, impegna il Presidente della Giunta regionale il Presidente della Regione e l’Assessore competente a dare puntuale e concreto seguito alla volontà espressa dall’Aula unanimità il 23 giugno 2020, rendendo edotta la stessa Assise sullo stato degli adempimenti relativi alla ormai imminente scadenza del Piano di Gestione, sugli strumenti di pianificazione settoriali di cui alla Direttiva n.2 del 2017 dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Meridionale, al fine di attuare ogni forma di tutele per la regione Molise sul tema delle risorse idriche.

  • Mozione, a firma dei Consiglieri Nola, Manzo, Fontana, Fanelli, Primiani, De Chirico, Greco e Facciolla, ad oggetto "Gestione pubblica delle centrali idroelettriche presenti sul territorio molisano".

L’atto di indirizzo, approvato con 19 voti favorevoli e 1 astenuto, impegna il Presidente della Giunta regionale:

a predisporre atti di programmazione tesi, dal punto di vista giuridico ed amministrativo, alla progressiva acquisizione della gestione pubblica delle centrali idroelettriche presenti sul territorio molisano;

ad inserire lo sviluppo di nuove centrali o l’implementazione di nuove tecnologie affini nella programmazione di investimenti legati al PNRR in modo da valorizzare il più possibile le risorse idriche regionali a vantaggio della collettività.

 

  • Mozione, a firma dei consiglieri, Fanelli, Manzo, Fontana, Primiani e Facciolla, ad oggetto "Servizio idrico integrato e fondi PNRR. Impegno del Presidente della Regione per scongiurare la perdita della quota residua del 30% del totale stanziato".

L’atto di indirizzo, approvato con 19 voti favorevoli e 1 astenuto, impegna il Presidente della Giunta regionale:

ad affidare, entro i termini stabiliti dal Ministero competente la gestione del Servizio idrico integrato, nel rispetto della deliberazione del Consiglio regionale del 6 ottobre 2015, così come richiamato dall’articolo 1 della legge regionale 22 aprile 2017 n. 4, per scongiurare il rischio di non poter fruire nemmeno del 30 % residuo della quota PNRR;

Informare l’Aula sull’avanzamento del procedimento di affidamento della gestione del Servizio Idrico Integrato e sui progetti che il Molise intende candidare al finanziamento.

  • Mozione, a firma dei consiglieri Manzo, Nola, Fontana, Fanelli, Primiani, De Chirico, Greco e Facciolla, ad oggetto "Consulta idrica e forme di partecipazione ed informazione dei cittadini. Applicazione dell'art. 16 della Legge regionale n. 4 del 22 aprile 2017".

L’atto di indirizzo, approvato con 19 voti favorevoli e 1 astenuto, impegna la Giunta regionale:

ad accelerare l’istituzione della Consulta idrica, come previsto dall’articolo 16 della legge regionale n. 4 del 2017;

a informare il Consiglio ai sensi della lettera h), del comma 3, dell’articolo 4, della legge regionale n. 4/2017;

a comunicare al Consiglio le azioni previste per addivenire nei tempi prescritti all’affidamento del Servizio idrico integrato, alla luce delle dichiarazioni rese dal Presidente Toma.