VENDITA GEMELLI MOLISE, ANTONIO FEDERICO: “PRIORITÀ A TUTELA POSTI LAVORO ED EROGAZIONE SERVIZI. DARE CERTEZZE ALLA COMUNITÀ” - Molise Web giornale online molisano

Vendita Gemelli Molise, Antonio Federico: “Priorità a tutela posti lavoro ed erogazione servizi. Dare certezze alla comunità”

«La vendita dell’azienda ospedaliera "Gemelli Molise" impone chiarezza non solo ai contraenti, ma ai cittadini molisani. Seguendo questo semplice assunto, ho presentato una interrogazione indirizzata al presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi, e al ministro della Salute, Roberto Speranza». Così fa sapere, attraverso una nota stampa, il portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei deputati, Antonio Federico.
 

«Nel sistema sanitario regionale del Molise – spiega il parlamentare – il "Gemelli" è certamente un’eccellenza da supportare e valorizzare sia a livello di personale, per le professionalità che vanta, sia per i servizi che eroga alla comunità. Per questo motivo c’è bisogno di assoluta chiarezza sulle tutele e le garanzie contenute nel contratto preliminare tra la Fondazione Policlinico universitario ‘Agostino Gemelli’ Irccs ed il gruppo acquirente Responsible Capital. Ma c’è anche bisogno di chiarire i motivi che hanno spinto il Governo nazionale a non esercitare lo strumento del Golden Power.
 

Su quest’aspetto – prosegue – ritengo giusta nelle intenzioni la volontà della Regione Molise di acquisire la quota maggioritaria del Gemelli, ma sbagliato lo strumento individuato per farlo. Credo, infatti, che sia impossibile acquisire il 'Gemelli' tramite la rimodulazione di parte dei fondi assegnati al Molise ai sensi dell’articolo 20 della legge numero 67 del 1988, rubricato "Gestione delle risorse statali destinate all’edilizia ed all’ammodernamento tecnologico della sanità pubblica". Questo perché quei fondi non possono essere utilizzati per l’acquisizione di quote societarie.
 

Ad ogni modo - va avanti il deputato M5S - è altrettanto importante fare chiarezza sul futuro della struttura e dei dipendenti. Ho presentato una interrogazione indirizzata al presidente Draghi e al ministro Speranza in cui chiedo di far luce su tre precisi aspetti. Primo: i motivi per cui il Governo ha deciso di non esercitare il Golden Power. Secondo: conoscere le garanzie fornite dagli acquirenti sulla tutela dei posti di lavoro, sulla continuità delle servizi erogati e sui livelli essenziali di assistenza. Terzo: capire se davvero le risorse sull’edilizia sanitaria avrebbero potuto essere utilizzate dalla Regione Molise per acquisire le quote societarie del Gemelli.
 

Il momento attuale e lo stato in cui versa il sistema sanitario regionale impongono spiegazioni certificate dagli organi di competenza. Non è questo il tempo delle soluzioni raffazzonate, ma quello della chiarezza, della trasparenza e delle certezze che può e deve fornire chi ha competenze e autorità per farlo. Una interrogazione - termina Antonio Federico - è lo strumento che ho a disposizione come parlamentare per ottenere formalmente risposte e documenti sempre preferibili alle semplici dichiarazioni d'intenti».

 

 

Troverete il testo dell'interrogazione al link che segue: https://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/10930&ramo=CAMERA&leg=18