CAMPOBASSO. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MICONE ILLUSTRA GLI EVENTI CHE CARATTERIZZERANNO I PROSSIMI GIORNI - Molise Web giornale online molisano

Campobasso. Il Presidente del consiglio Micone illustra gli eventi che caratterizzeranno i prossimi giorni

Il Presidente Salvatore Micone ha tenuta in mattinata, nei locali di Palazzo D’Aimmo, una conferenza stampa per illustrare alcuni eventi che la Presidenza e l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale hanno organizzato nelle prossime settimane. Presente all’incontro con i media anche il vice Presidente Gianluca Cefaratti. In particolare, il prossimo venerdi 17 dicembre, presso il Castello Angioino di Civitacampomarano, si celebrerà la settima edizione della Giornata dell’Emigrazione Molisana nel Mondo, così come previsto dalla legge regionale n. 12 del 30 giugno 2015. Il presidente Micone ha ricordato come l’evento sia dedicato alle migrazioni di uomini, donne e intere famiglie che hanno portato lontano dalla loro terra d’origine le sensibilità, le voci e le speranze dei paesi del Molise, inserendosi in contesti di vita di altre popolazioni d’Italia e del mondo, tra nuove e diverse realtà culturali e sociali. Nel corso della cerimonia saranno conferite le Onorificenze di Ambasciatori del Molise nel mondo, per aver raggiunto rilevanti meriti in paesi stranieri o in altre regioni italiana, ai signori:

Stefano Maglieri, originario di Sepino, emigrato in Australia, imprenditore vitivinicolo divenuto uno dei produttori più affermati del continente australiano;

Berardino Palazzo, originario di Baranello, emigrato negli Stati Uniti, dipendente presso la Federal Reserve Board e docente a contratto di mercati finanziari presso la Georgetown University, autore di pubblicazioni in materia di finanza ed economia sulle più prestigiose riviste internazionali;

Nicola Soldato, originario di Larino, emigrato in Belgio, distintosi per aver partecipato, durante la pandemia da Covid 19 alla stesura del cosiddetto “Temporary Framework” ed all’approvazione di alcune iniziative adottate dal Governo italiano per proteggere le imprese colpite dalle misure restrittive;

Alice Pasquini, originaria di Civitacampomarano, esperta di street art, pittrice, illustratrice e scenografa;

Fabrizio Lemme, originario di Macchia d’Isernia, emigrato a Roma, avvocato, professore universitario di Diritto Penale dell’Economia, e insignito di diverse onorificenze da parte del Presidente della Repubblica;

Edoardo Siravo, originario di Montaquila, attore e registra, fondatore della Compagnia teatrale Molise spettacoli e direttore artistico della Fondazione Savoia Arte.

Sabato 18 dicembre, invece, a partire dalle ore 15.00, nell’Auditorium della Santuario dell’Addolorata di Castepetroso si terrà un evento celebrativo per i volontari delle Associazioni di Protezione Civile del Molise.

«Un evento voluto dalla Presidenza del Consiglio regionale per testimoniare gratitudine alle associazioni di volontariato molisane attraverso il conferimento ad personam di onorificenze ad alcuni operatori che si sono distinti per particolari attività. Le Associazioni di volontariato –ha aggiunto il Presidente- sono pregevoli espressioni di solidarietà, spirito di collaborazione e senso civico. Esse sono formate da un apparato ben strutturato e funzionale, che si avvale dell’apporto donne e uomini di grande professionalità». Una ben organizzata macchina operativa posta a disposizione delle istituzioni di tutti i livelli e a sostegno delle nostre comunità. Seguirà un concerto natalizio nella Basilica.

Venerdi 21 dicembre, a partire dalle ore 10.00, presso l’Aula Consiliare di Palazzo D’Aimmo, si svolgerà un convegno dal tema “Il Molise e la sfida del regionalismo italiano dopo la pandemia”. L’iniziativa mira ad approfondire il tema del regionalismo e le sue prospettive future al fine di generare un confronto e un dibattito tra gli attori pubblici e privati operanti sul territorio molisano. 

«Ciò nella consapevolezza –ha sottolineato il Presidente- della rilevanza che riveste che l’autonomia regionale, conseguita nel 1963 grazie ad un corale afflato unitario, di carattere e levatura oggettivamente straordinari, di tutte le istituzioni territoriali e locali, oltre che di ciascuna organizzazione economica e sociale della XX regione italiana. Un afflato unitario, pur nelle diversità di ruoli e vedute, che dobbiamo ritrovare per disegnare insieme il futuro di questa terra, alla luce dell’evoluzione che è destinato a subire il regionalismo italiano, come lo conosciamo oggi, dopo la grande prova che ha dovuto affrontare con la pandemia da Covid». Relazioneranno sul tema il Direttore della SVIMEZ, Luca Bianchi, il professore di diritto costituzionale dell’Unimol, Laura Ronchetti, il già Presidente della Regione Molise, prof. Gianni Di Giandomenico, il Presidente dell’Associazione ex Consiglieri regionali, prof. Gaspero Di Lisa, i Consiglieri regionali Gianluca Cefaratti, Micaela Fanelli, Andrea Greco e Angelo Michele Iorio. Saranno presenti anche i rappresentanti delle organizzazioni di categoria e del mondo sindacale regionale. Nel pomeriggio, poi, ci sarà una seduta monotematica del Consiglio regionale per esprimere una posizione ufficiale sul tema dell’autonomia regionale e degli sviluppi che la regione immagina per il futuro. In occasione dei 50 anni di attività del Consiglio regionale, la Presidenza ha inteso dar vita, con Poste italiane, ad uno speciale annullo filatelico. Infine, nei giorni antecedenti il Natale, nell’ambito dell’iniziativa “Un Frammento di Tranquillità” saranno consegnati ai reparti di oncologia degli ospedali di Campobasso, Isernia e Termoli, dei tablet riservati ai pazienti. Un modo –ha commentato ancora Micone- per cercare di creare e favorire frammenti di pause serene, ancorché momentanee, per i pazienti durante le cure attraverso la possibilità di dedicarsi alla lettura con il supporto della tecnologia più avanzata in tema di e book. Per gli eventi descritti sono state acquistate 60 stelle di Natale, nell’ambito dell’iniziativa “Una stella per il tuo Natale… una speranza per il loro futuro”, finalizzata a sostenere la ricerca e la cura delle leucemie, linfomi e tumori di adulti e bambini, promossa dal Comitato per la vita “Daniele Chianelli”, al quale ha aderito il Comitato per la vita “Nazario Caranci” di Cantalupo.