EMODINAMICA, RIPRISTINATO IL SERVIZIO H24. IL TAR VUOLE VEDERCI CHIARO: ASREM HA 45 GIORNI DI TEMPO PER CHIARIRE CAUSE DEL DISSERVIZIO - Molise Web giornale online molisano

Emodinamica, ripristinato il servizio h24. Il Tar vuole vederci chiaro: Asrem ha 45 giorni di tempo per chiarire cause del disservizio

Con ordinanza cautelare pubblicata in data odierna, il Tar Molise, dopo aver preso atto del venire meno del periculum in mora stante il ripristino del servizio di Emodinamica h24 per l’esaurimento degli effetti del provvedimento di interruzione parziale (stabilita fino al 16/12), ha altresì ritenuto che la vicenda debba essere seriamente approfondita nel merito “in considerazione della delicatezza degli interessi coinvolti e della possibile ulteriore reiterazione, da parte dell’Amministrazione, di provvedimenti di contenuto analogo a quelli impugnati”.

Per tali ragioni, recependo le osservazioni contenute nel ricorso che abbiamo proposto insieme ai consiglieri di maggioranza, il Tar ha deciso di andare fino in fondo ordinando alla Asrem di chiarire tempestivamente le cause del disservizio.

In particolare, il Tar Molise ha disposto che “nel termine di 45 giorni” l’Asrem fornisca “specifici e documentati ragguagli sulla specifica situazione organizzativa dell’UOSVD di Cardiologia del P.O. “San Timoteo” di Termoli”, in particolare chiarendo:

a) se vi sono scoperture d’organico della struttura interessata, e, in caso affermativo, il numero preciso  dei posti vacanti del personale medico e la sua incidenza percentuale rispetto alla pianta organica prevista;

b) le cause che hanno determinato le indicate criticità organizzative relative alla copertura dei turni di reperibilità e alla carenza di personale medico;

c) le misure organizzative di medio e lungo periodo approntate e/o programmate per fronteggiare le criticità organizzative rappresentate dall’Amministrazione nei provvedimenti impugnati;

d) se siano previste o programmate nuove procedure assunzionali di personale medico utilizzabile per assicurare la copertura della reperibilità medica emodinamica, e, in ogni caso, quale sia il preciso stato di avanzamento di quelle già in corso;

e) se siano previste o programmate procedure di mobilità o trasferimento, del personale già dipendente del Servizio sanitario, da altre strutture regionali all’UOSVD di Cardiologia del P.O. “San Timoteo” di Termoli;

f) i percorsi alternativi di assistenza e cura dei pazienti effettivamente offerti all’utenza durante le fasce orarie e giornate in cui è programmata la sospensione della reperibilità medica emodinamica presso la UOSVD di Cardiologia del P.O. “San Timoteo” di Termoli”.