OMICIDIO DEL TERMINAL, L'INDAGATO NON RISPONDE ALLE DOMANDE DEL GIUDICE. PRENCIPE: È UNA VICENDA COMPLICATA CHE MERITA APPROFONDIMENTI - Molise Web giornale online molisano

Omicidio del Terminal, l'indagato non risponde alle domande del giudice. Prencipe: è una vicenda complicata che merita approfondimenti

E' iniziato poco dopo le 13.30 l'interrogatorio di garanzia di Giovanni De Vivo, il 38enne accusato dell'omicidio di Cristian Micatrotta, avvenuto nei pressi del Terminal degli autobus la sera tra il 24 e il 25 dicembre, stando alle ricostruzioni della procura per pochi grammi di droga. L'ingresso in tribunale è avvenuto dopo il trasferimento dal carcere di Benevento in completa osservazione delle normative antiCovid con tute bianche. Il confronto è terminato alle 14.40 e ora si è in attesa della decisione del Gip. De Vivo non ha risposto alle domande del giudice ma ha pianto durante tutto l'interrogatorio durato circa un'ora. 
 
Prima del confronto con il giudice è stato concesso all'indagato di parlare con l'avvocato Mariano Prencipe che ne ha assunto la difesa. A causa delle normative anticovid prima di questo confronto il legale aveva potuto parlarci per poco più di qualche minuto sentendolo molto provato. 
 
“E’ una vicenda complicata che merita approfondimenti”. ha sostenuto Prencipe prima dell'interrogatorio confermando che ci sono molti punti oscuri che potrebbero essere chiariti durante il primo confronto.