BASKET, LA MOLISANA MAGNOLIA AL GIRO DI BOA: ALL’ARENA ARRIVA IL SAN MARTINO DI LUPARI - Molise Web giornale online molisano

Basket, La Molisana Magnolia al giro di boa: all’Arena arriva il San martino di Lupari

Rossoblù determinate a regalare un’ulteriore gioia ai propri sostenitori. Per Blanca Quiñonez premio dall’Ecuador.

Le indicazioni del coach Mimmo Sabatelli: «Togliere loro delle certezze tra le priorità del nostro piano partita»
 
Il match d’apertura dell’ultimo turno del girone d’andata (oltre che ultimo appuntamento dell’anno solare 2021), un confronto che riporta i #fioridacciaio sul parquet – complice il rinvio a data da destinarsi del match a Sesto San Giovanni – ad una decina di giorni dall’ultima (vittoriosa) uscita con Faenza e sempre nello scenario amico dell’Arena. La Molisana Magnolia Campobasso arriva al giro di boa del suo secondo torneo di Techfind Serie A1 e lo fa andando ad affrontare il San Martino di Lupari, quintetto che – al pari dei #fioridacciaio – ha già la certezza dell’accesso alla Final Eight di Coppa Italia (da definire unicamente il posizionamento nella griglia).
 
BUONE CONDIZIONI Ritornate in palestra dopo i tre giorni di sosta tra vigilia, Natale e Santo Stefano, le rossoblù «sono – argomenta alla vigilia il coach Mimmo Sabatelli – in buone condizioni. Ci siamo rivisti dopo le feste e stiamo lavorando in maniera intensa e tranquilla».
 
RITMI SPEZZATI Peraltro, se da un lato il mancato confronto in Lombardia ha tolto un po’ di continuità agonistica ai #fioridacciaio, dall’altro ha anche consentito loro di recuperare qualche acciacco fisico.
«Personalmente – prosegue il trainer dei #fioridacciaio – avrei, anzi avremmo, però preferito giocare e non vedere i ritmi spezzati. La situazione circostante, però, al momento è molto intricata. La speranza è che la situazione che ci sta travolgendo possa passare in fretta. Al di là di tutto, però, sarà determinante farci trovare pronti per quella che si annuncia come una partita complicata contro una squadra che ha reso complicata la vita ad un po’ tutte le avversarie affrontate».
 
ANTAGONISTA INDIGESTA Del resto, davanti a sé, le rossoblù incroceranno un’antagonista contro cui non hanno mai centrato il referto rosa. Nella passata stagione, tra prima squadra ed under 20, sono arrivati tre stop in altrettanti confronti con il rammarico più grande legato al match di ritorno in terra veneta, quando, davanti sino a due minuti dal termine, le magnolie finirono per perdersi ad un passo dal traguardo. «Questa però è squadra dalla conformazione differente – prosegue Sabatelli – ben allenata e con diverse giocatrici italiane forti ed americane all’altezza».
In effetti, a disposizione di coach Lorenzo Serventi (la passata stagione alla guida della Virtus Bologna), ci sono elementi del calibro della play Ilaria Milazzo (rientrata in Italia dalla Polonia), nonché le ex Lucca Russo e Pastrello, unitamente all’ala Marcella Filippi, giocatrice reduce dall’esperienza olimpica a Tokyo con l’Italbasket 3x3 e tra gli elementi confermati tra le ‘lupe’. In chiave straniera, nel team giallonero trovano spazio le statunitensi Chelsea Mitchell e Kelley Shae e la lunga lettone Karline Pilabere.
 
PIANO PARTITA Aspetti che vanno ad inserirsi in un piano partita dalle connotazioni ben definite. «Le venete – asserisce il coach delle magnolie – sono formazione che non molla mai. Determinante sarà tenere a bada Shae e Mitchell, ma occorrerà prestare grande attenzione anche a Pastrello, Russo e Milazzo che stanno dimostrando di essere particolarmente funzionali per la causa. Togliere loro delle certezze deve rappresentare una priorità assoluta nel nostro modo di approcciare il match».
«Del resto – aggiunge – vincere aiuta a vincere e mantiene alto il morale. Ottenere i due punti sarebbe importante per la classifica. La qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia è una conquista che abbiamo festeggiato, godendocela, ma che fa parte del passato. Ora cerchiamo di riuscire a centrare quanti più punti possibili in prospettiva per ottenere il miglior risultato possibile, così da migliorare un contesto di per sé già felice».
 
CORONAVIRUS CONTRO Un quadro idilliaco cui rischierebbe di mancare – se i numeri del contagio da Covid-19 dovessero continuare a salire in maniera esponenziale – uno dei fattori di punta dell’esperienza rossoblù: quello del coinvolgimento dei propri sostenitori.
«Proiettarsi in uno scenario a ‘porte chiuse’ simile a quello della scorsa stagione sarebbe un disastro per la disciplina in generale. L’auspicio è quello di un’espansione del contagio che non sia marcata, ma in generale sarebbe auspicabile che a pagare il prezzo più salato non siano gli appassionati».
 
WEB E FISCHIETTI Con palcoscenico telematico la piattaforma di Lega Basket Femminile lbftv.it con diretta streaming in esclusiva per i soli abbonati, con palla a due alle ore 18 di giovedì 30 dicembre la gara tra La Molisana Magnolia Campobasso ed il San Martino di Lupari sarà diretta dalla terna formata dal fiorentino Andrea Masi, dall’estense Claudia Ferrara e dalla meneghina Cristina Mignogna.
 
OSCAR SUDAMERICANO Nel frattempo prosegue l’onda lunga dei riconoscimenti per l’ala ecuadoriana Blanca Quiñonez. Nelle prossime ore, infatti, la giocatrice rossoblù sarà al centro del gran galà della federazione cestistica del suo paese. Per lei il premio di ‘giocatrice più in vista a livello internazionale’. Da parte sua, il prospetto sudamericano, impegnato nelle gare del torneo di massima serie, ha registrato nelle scorse ore un messaggio per la platea del riconoscimento consegnato a Guayaquil nelle mani dei genitori.