VELOCIZZAZIONE LINEA FERROVIARIA ADRIATICA: "SÌ AL RADDOPPIO TERMOLI-RIPALTA, NO ALLE BARRIERE ANTI-RUMORE" - Molise Web giornale online molisano

Velocizzazione linea ferroviaria Adriatica: "Sì al raddoppio Termoli-Ripalta, no alle barriere anti-rumore"

Trovare una soluzione al rumore senza costruire muri «di cui i cittadini adriatici non hanno bisogno». È questo l'appello che la dott.ssa Carmela Sica, Portavoce del Comitato Cittadini in rete di Termoli aderente al Coordinamento dei Comuni Marchigiani No Muro Si Mare, porge ai governatori delle regioni interessate dal raddoppio del binario nel tratto Termoli-Ripalta. 
Raddoppio di cui il comitato si dice favorevole, «perché- affermano- siamo convinti che il trasporto di persone e merci sulle rotaie sia il più ecologicamente sostenibile».
 
Lo stesso si fa inoltre portavoce dei dubbi della popolazione esposta relativi alla salute,propria e degli ecosistemi, e del turismo dell'area.
«Pur essendo favorevoli al Progetto abbiamo costatato- spiega Sica- che RFI propone dovunque un'unica soluzione all'incremento del rumore dallo sferrogliamento dei merci. Tale soluzione è stata censurata e dichiarata improponibile dalla stessa Commissione ministeriale di valutazione di impatto ambientale. Proprio negli ultimi giorni ascoltiamo dal Ministro delle infrastrutture Giovannini che intende potenziare velocizzando la linea dorsale dedicandola esclusivamente al trasporto merci senza accennare a come risolvere il problema rumore. 
Ecco perché ci stiamo rivolgendo ai Governatori interessati affinché accettino l'opera ma chiedano la garanzia di investire sulle condizioni che generano il rumore e non costruendo muri di cui i cittadini adriatici non hanno bisogno»
 
Di seguito la nota inviata dalla dott.ssa Sica al presidente della regione Molise, Donato Toma.
 
"Egregio Presidente prof. Donato Toma, egregi Assessori e Consiglieri,
come aderente, simpatizzante, sostenitore e Portavoce del Comitato Civico Cittadini in rete di Termoli e della battaglia portata avanti dai Cittadini "No al muro, Sì al mare" e, soprattutto come cittadina molisana, Le chiedo di inserire tra le prescrizioni che il Consiglio Regionale dovrà inviare al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, la netta contrarietà, come da Lei già espressa in più occasioni, a ogni ipotesi di installazione di barriere fonoassorbenti all'interno dei progetti di "velocizzazione" sulla linea ferroviaria adriatica.
 
Non Le chiedo un No ai progetti di sviluppo per la nostra Regione, anzi La invito a tenere fede agli impegni presi con i suoi elettori al fine di ottenere l'abbattimento dell’inquinamento acustico prodotto dai treni con soluzioni innovative che coinvolgano l'ammodernamento dei freni, di tutti i vagoni merci e passeggeri, e dei binari che compongono la direttrice adriatica.
Il Molise e i suoi abitanti vogliono sviluppo e crescita del turismo: risultati che si possono ottenere solo con il rispetto, la tutela e la valorizzazione del nostro territorio. 
 
Confidando nella nota da trasmettere contraria alle barriere antirumore così come previste e nella diffusione della nota, vista la tempistica urgente che non ci lascia spazio ad iniziative più organizzate, 
Le inviamo cordiali auguri 
Dott.ssa Carmela Sica 
Portavoce Comitato Cittadini in rete di Termoli".