IL 2022 È ARRIVATO: ECCO COME INIZIA L'OTTAVO ANNO DI ATTIVITÀ DI MOLISEWEB - Molise Web giornale online molisano

Il 2022 è arrivato: ecco come inizia l'ottavo anno di attività di Moliseweb

Un nuovo anno è appena iniziato anche per Moliseweb.it. Non siamo soliti fare bilanci e propositi ma, in tempo di pandemia, dove anche l'informazione è cambiata radicalmente e si è focalizzata su un problema che non è solo molisano, ma di tutto il mondo, non possiamo non salutare i nostri lettori assicurando che continueremo ad aggiornarli su quanto accadrà, non soltanto in Molise ma anche in Italia e con finestre sull'Europa e sugli altri continenti. Non si può informare il cittadino su questo tema parlando solo del microcosmo di questa regione. Viviamo in un territorio di meno di 300mila abitanti, che difficilmente può essere preso a modello per fotografare la situazione generale.
 
Siamo pochi, meno di un quartiere di Roma dicono in molti, e quindi qui i numeri sono relativi. Confrontandomi con persone di altre regioni mi sento dire: beh 428 contagi (è il numero del bollettino Asrem del 31 dicembre) non sono nulla, ieri nella sola Napoli dieci volte tanto. Ma chi non conosce la nostra regione non sa che il rapporto percentuale è esattamente identico.
Il Molise in pandemia esiste e se non prestiamo attenzione continuerà ad esistere e preoccupare, soprattutto perché un ospedale Covid non lo abbiamo ancora (il presidente Toma ci assicura che lo avremo a fine 2022) e 26 posti di terapia intensiva non sono attivabili per mancanza di anestesisti. Insomma le strutture ci sarebbero ma manca la materia prima: i medici.
E nonostante il direttore generale dell'Asrem Oreste Florenzano prova a indire concorsi, spesso agli stessi non risponde nessuno, come dimostrato nel caso del bando per ginecologi abortisti. L'azienda sanitaria si è mossa per tempo e aveva persino fissato la data della prova scritta per la selezione. Ma nessuno si è presentato a sostenere la prova e da oggi al Cardarelli di Campobasso abbiamo una sola ginecologa che proverà a garantire il diritto per le donne di accedere a una corretta applicazione della legge 194/78. 
 
Il nostro ruolo in questo panorama sanitario sarà quello di dare le giuste e corrette informazioni: partire sì dal numero dei contagiati che ci arriverà ogni sera ma aiutando i lettori a non avere una falsa percezione della pandemia e evitando di  scatenare il panico con titoli ad effetto che spaventano chi è provato da 21 mesi di pandemia. .
La modalità del click bait porta i cittadini a commentare sui social: stiamo peggio di prima.
Quello invece che va fatto è sottolineare la presenza di molti meno ospedalizzati rispetto allo scorso anno. Tutto questo è stato possibile proprio grazie al vaccino.  Senza vaccino si muore. Gli ultimi tre morti  in Molise erano tutti senza copertura vaccinale. 
Il dato importante è che negli ultimi due giorni a fronte di 862 contagi sono solo 2 i ricoverati in malattie infettive con una percentuale dello 0,23%. Continueremo a spingere costantemente i nostri lettori verso il vaccino, che al momento è l'unica soluzione per evitare l'ospedalizzazione del Covid e per cercare di passare dalla pandemia all'endemia del virus. Continuando allo stesso tempo a fare da cani da guardia e non da compagnia al potere sostenendo che, dopo 21 mesi, è vergognoso essere l'unica regione d'Italia a non avere una struttura dedicata al Covid. Seguiremo con molta attenzione l'esito giudiziario delle denunce fatte dal Comitato Vittime Covid. Vi faremo sapere se i 512 decessi verificatisi in quasi due anni di pandemia potevano essere evitati. 
 
Ma non solo Covid. Seguiremo le varie vertenze di lavoro ancora insolute e lo scenario preoccupante che sta interessando anche la Stellantis a Termoli. L'ultimo baluardo di uno sviluppo industriale in Molise che sembra essere cosa di altri tempi. Migliaia di lavoratori che iniziano il 2022 in cassa integrazione. Saremo presenti anche sullo scenario politico. Importanti sfide interessano la nostra regione da quel punto di vista. 
 
A febbraio verrà eletto il nuovo Capo dello Stato. E gli scenari politici che si verranno a creare intorno a questa importante votazione per l'Italia in tempo di pandemia, non potrà non influenzare gli scenari politici regionali, dove ogni partito si sta già muovendo per iniziare a comporre la scacchiera per le regionali del 2023. L'anno che è appena arrivato sarà un anno di transizione da questo punto di vista. In Molise si inizia ancora una volta con una Regione coi conti in rosso. Siamo ancora una volta in esercizio provvisorio e non è stato possibile programmare alcuna spesa per il 2022. 
 
Ma c'è anche la cronaca nera. A Natale con l'omicidio di Cristian Micatrotta abbiamo dimostrato, dopo anni di pace da questo punto di vista, che in Molise si torna ad uccidere. Vi documenteremo le varie fasi investigative e processuali. Non solo di questo ma anche di altri avvenimenti che ci saranno. 
 
Dal punto di vista della cultura e delle tradizioni ci auguriamo di poterne nuovamente scrivere. Che sia l'anno in cui i Misteri di Campobasso tornino ad uscire da via Trento a Corpus Domini, che si torni a vedere una bella fiera delle cipolle a Isernia e una processione e festività di San Basso a Termoli tornare all'antico splendore. Tutto questo sarà possibile solo se la pandemia non farà più paura. Quindi mascherina, distanziamento e igienizzazione delle mani ma soprattutto vaccino, vaccino e ancora vaccino. Ve lo diremo tutti i giorni. 
 
E ora veniamo a noi: a 7 anni dalla nascita di Moliseweb la squadra si rafforza e torna all'antico nello stesso tempo. Abbiamo scelto la strada della doppia direzione, come tutti i giornali strutturati. La nuova direttrice responsabile sarà Viviana Pizzi. Un ritorno al passato ma soprattutto al futuro perché il nuovo direttore editoriale sarà Francesco Bonomolo che proprio insieme a lei ha iniziato questo percorso che ci porta ad iniziare il nostro ottavo anno di attività. Forti della presenza dell'editore Fabio D'Ilio e di una sempre più numerosa squadra di giornalisti e aspiranti pubblicisti, fondamentali per informare costantemente i nostri lettori. Ve li voglio elencare tutti: Roberta Oto, Marco Bruni, Antonietta Morelli, Simone D'Ilio,  Rossella Ciaccia, Denise Pengue, Bernardino Ziccardi, Benedetta Tirolese e Angelo De Bernardo. 
 
Insomma pronti partenza e via: l'anno della resilienza è appena cominciato. Che si possa uscire dal pericolo del Covid e che si possa riprendere a sognare
 
Buon anno a tutti i lettori di Moliseweb.it
Viviana Pizzi