NON FA RIENTRO IN CARCERE DOPO UN PERMESSO NATALIZIO E FINGE SINTOMI COVID: ARRESTATO 58ENNE CAMPOBASSANO - Molise Web giornale online molisano

Non fa rientro in carcere dopo un permesso natalizio e finge sintomi Covid: arrestato 58enne campobassano

Aveva ricevuto un permesso per le festività natalizie dopo le quali avrebbe dovuto fare rientro presso la Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia. L'uomo, poi rintracciato dalla Squadra Mobile di Campobasso, ha anche finto sintomi Covid pur di non farvi ritorno, ma nulla ha potuto a seguito dell'esito negativo del tampone molecolare. 

Nei giorni scorsi, il personale della Squadra Mobile della Questura ha tratto in arresto un 58 enne campobassano, senza fissa dimora, già sottoposto alla misura di sicurezza della casa lavoro presso la Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso il 29 dicembre scorso dal Magistrato di Sorveglianza di Modena.  

L’uomo, che sarebbe dovuto rientrare in Istituto alla scadenza di un permesso concessogli per le festività natalizie, noncurante delle prescrizioni impostigli  non è rientrato in Istituto.

A seguito di nota di rintraccio, diramata dal suddetto istituto penitenziario, sono immediatamente scattate le ricerche dell'uomo, poi rintracciato dalla Squadra Mobile.

Il 58enne, al fine di sottrarsi al controllo, ha anche riferito di accusare dei sintomi riconducibili all’infezione da COVID 19, pertanto, come da prassi, gli Agenti di Polizia hanno attivato, tramite l’ASREM, il protocollo di sicurezza per il contenimento della diffusione della pandemia e l’uomo è stato immediatamente sottoposto a tampone molecolare che ha dato esito negativo.

Pertanto, nei confronti del 58 enne campobassano, il Magistrato di Sorveglianza competente ha emesso un ordine  di immediato rientro nella Casa Lavoro.

Alla luce delle condotte tenute dall’uomo, persistendo la condizione di “persona socialmente pericolosa”, nei suoi confronti è stato conseguentemente emesso il provvedimento restrittivo eseguito dai poliziotti della Questura di Campobasso che, dopo le formalità di rito, hanno associato l’uomo alla Casa Circondariale di Campobasso.

Inoltre, nello stesso periodo, personale della Squadra Mobile ha dato esecuzione ad un’ulteriore ordinanza di sottoposizione al regime della detenzione domiciliare nei confronti di un altro soggetto cinquantenne di Campobasso, che dovrà espiare, presso il proprio domicilio, la pena definitiva di mesi 11 e giorni 16 di reclusione.