EMODINAMICA, AL VENEZIALE DI ISERNIA UN SOLO MEDICO PER L'INTERO REPARTO - Molise Web giornale online molisano

Emodinamica, al Veneziale di Isernia un solo medico per l'intero reparto

Non solo nell'ospedale San Timoteo di Termoli, la situazione dell'Emodinamica è tragica anche al Veneziale di Isernia dove è presente un unico cardiologo, il primario Carlo Olivieri.
 
La soglia di interventi minima per mantenere attivo il reparto, secondo le direttive statali, sarebbe di 75.  Nell'ultimo anno Olivieri, da solo, ne ha dovuti affrontare più di 100 (139 secondo i dati Agenas). È chiaro che abbia bisogno di aiuto per andare avanti. 
 
L'emodinamica dell'ospedale di Isernia, infatti, non garantisce il servizio solo alla propria provincia, bensì anche a pazienti provenienti da fuori regione. L'ospedale di Castel di Sangro, Abruzzo, non essendo fornito del reparto di cardiologia infatti, indirizza lì anche il proprio bacino di utenza. 
 
Non dimentichiamo che il servizio di emodinamica è un salvavita e il fattore tempo è fondamentale. Il presidente Toma ha più volte dichiarato che il reparto di Emodinamica del Veneziale non avrebbe mai chiuso, tuttavia oltre alle semplici dichiarazioni sono necessari interventi concreti. Un reparto di tale importanza non può essere mandato avanti da un unico medico, serve personale.