NUOVO TERMINAL E AUTOBUS ELETTRICI: LA RIVOLUZIONE DEL TPL DI TERMOLI - Molise Web giornale online molisano

Nuovo terminal e autobus elettrici: la rivoluzione del Tpl di Termoli

Ad annunciarlo Vincenzo Ferrazzano, Assessore Comunale ai Trasporti. Previsto l'utilizzo di 5 mln di euro. 
 
 
Al via dal prossimo lunedì una vera e propria rivoluzione del Trasporto Locale Pubblico a Termoli. Come annunciato da Vincenzo Ferrazzano, Assessore Comunale ai Trasporti, si lavorerà per un aumento delle linee e delle corse degli autobus urbani di Termoli tra i quartieri periferici con l'ospedale e il centro cittadino, per la sostituzione dei mezzi con bus nuovi a metano e alcuni elettrici per il centro storico, la realizzazione del nuovo Terminal bus in Piazza Stazione e una rotatoria con spartitraffico davanti l'attuale area pullman di via Martiri della Resistenza. 
Ferrazzano, insieme ai vertici della Gtm (società che ha in appalto il trasporto urbano a Termoli), ha illustrato il progetto durante una conferenza stampa.
«Siamo fiduciosi che questo nuovo servizio porterà una rivoluzione nel trasporto locale e le nuove opere andranno ad arricchire i servizi a beneficio della città» -  così l'Assessore Comunale ai Trasporti.
«Le migliorie apportate all'attuale piano riguardano sia il tragitto che il numero delle corse - ha spiegato invece Sandro De Rosa, della Gtm - Alla linea 1 è stata aggiunta una "coda" per permettere ai residenti di contrada Porticone di raggiungere l'ospedale in maniera diretta, evitando il cambio bus in centro con l'aggiunta di una corsa alle 15.15. Nel quartiere di Difesa Grande, con l'aumento di popolazione in via dei Pruni, è prevista una nuova linea nel percorso 3. L'altra zona in espansione della città, a sud di Termoli e verso l'autostrada A-14, sarà attiva una linea che raggiungerà via Tamerici in modo da collegare quell'abitato con il centro. Colle della Torre, altro quartiere che si sta ampliando, ha dei passaggi limitati dei bus con un percorso molto lungo della durata di un'ora. E' stata aggiunta una corsa mattutina e dimezzata la durata del tragitto verso il centro. Le navette estive, infine, sono state regolamentate e calendarizzate nei servizi annui».