TERMOLI, PROJECT-FINANCING PER TPL: IL NO DI RETE SINISTRA TERMOLESE - Molise Web giornale online molisano

Termoli, project-financing per Tpl: il no di Rete sinistra Termolese

A rischio il parco comunale, destinato a diventare un parcheggio. «Non tutela interesse pubblico»

 

 

La Rete della Sinistra Termolese e il Comitato San Timoteo contrari al project-financing del Comune di Termoli e la Gtm, illustrato dall'assessore comunale ai trasporti Vincenzo Ferrazzano.

«Non è questa la strada da percorrere per i servizi a beneficio della città - così Marcella Stumpo, consigliera comunale della Rete della Sx Termolese - Nell'ambito di questo project, il parco comunale, unico polmone verde di Termoli, è destinato a ospitare un mega parcheggio da 300 posti auto. Per non parlare dell'area della piscina comunale. Non siamo favorevoli alla scelta di utilizzare la finanza di progetto, in quanto strumento che molto raramente tutela l'interesse pubblico». «Abbiamo chiesto 6 mesi fa il progetto - prosegue - ma non sappiamo nulla. Non ci è stato ancora dato nessun documento. Questo project-financing era stato messo in campo dall'allora amministrazione Sbrocca e avevamo chiesto a questa amministrazione di tirarsene fuori. Così non è stato».


Contrario al progetto anche il Comitato San Timoteo, che punta il dito contro la realizzazione di un nuovo Terminal bus da realizzare in Piazza stazione, in pieno centro, creando ulteriore inquinamento.
«Con un contratto della durata di 20 anni - conclude l'ingegnere Nicola Felice, Presidente del Comitato - si concede il parco, patrimonio ambientale e non solo, inestimabile, in cambio di 61mila km in più di corse urbane a integrazione di alcune linee in qualche quartiere, e principalmente di opere che dovranno essere realizzate in futuro nell'arco di dieci anni. L'auspicio - conclude - è che determinate scelte progettuali degli interventi previsti nel progetto di finanza possono godere di possibili variazioni».