Sabato - 03 Dicembre 2022

Ventenne foggiano ucciso a colpi di pistola, finisce a Termoli la fuga dell'assassino

Si è costituito alla polizia di Termoli Mirko Tammaro, il 26enne ritenuto dagli inquirenti l’assassino di Andrea Gaeta, il 20enne ucciso sabato notte a Ortanova, in provincia di Foggia, a colpi di pistola.

Stando a quanto riportato da ‘Il quotidiano di Puglia’ , il 26enne durante l'interrogatorio si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma l’ipotesi di reato che gli viene contestata è di omicidio volontario e porto illegale di arma da sparo.

Una volta costituito, Tammaro ha dapprima indicato il luogo dove aveva abbandonato l'arma usata quella notte, e poi riferito di aver sparato 5 colpi due dei quali hanno raggiunto Gaeta al volto e al fianco.

Secondo gli inquirenti, il movente sarebbe legato alla gelosia. Il killer, infatti, avrebbe visto la sua ex proprio in compagnia della vittima e per questo avrebbe così decido di ucciderlo.

Dopo l'omicio Tammaro  è scappato in direzione Termoli, proprio dove, all’alba di sabato, ha deciso di costituirsi dopo numerosi contatti con familiari ed inquirenti.