Vietri di Larino, Puchetti sollecita ASREM a nomina sostituto di Carfagnini e riattivazione ambulatorio - Molise Web giornale online molisano
Giovedì - 01 Giugno 2023

Vietri di Larino, Puchetti sollecita ASREM a nomina sostituto di Carfagnini e riattivazione ambulatorio

«Si continuano a spendere denari, ma quello che deve essere fatto per assicurare le giuste attenzioni sanitarie alla popolazione resta lettera morta. E' trascorso già un mese dalla mia ultima missiva indirizzata ai vertici dell'Asrem e del distretto sanitario di Termoli con cui chiedevo, al fine di non disperdere quanto di buono fatto dall'indimenticabile dottore Paolo Carfagnini, prematuramente scomparso, di provvedere ad individuare un sostituto che potesse continuare a svolgere quelle prestazioni sanitarie che Carfagnini aveva garantito al Vietri: un servizio di primo soccorso e di microchirurgia ambulatoriale di fondamentale importanza oltre all'assistenza ai pazienti ricoverati in Udi e alla Rsa in qualità di responsabile dell'intera Casa della Salute. Ebbene, non ho ricevuto alcuna risposta, così come attendo da due anni ormai risposte per l'oculistica e la camera iperbarica.» Sono queste le parole con cui Giuseppe Puchetti, sindaco di Larino, ancora una volta si rivolge al Direttore Generale dell'Asrem Avv. Oreste Florenzano, al Direttore Sanitario ASREM dr.ssa Evelina Gollo e al Direttore del Distretto Sanitario di Termoli - Larino, dott. Giovanni Emilio Giorgetta. Il 12 agosto, infatti, il Sindaco del comune aveva già sollecitato la nomina di un sostituto di Paolo Carfagnini, in quanto la sua improvvisa scomparsa  ha privato l'ospedale di comunità "G. Vietri" di Larino di un prezioso punto di riferimento per la popolazione del circondarioessendo riuscito ad organizzare dei servizi di primo soccorso e di microchirurgia ambulatoriale di fondamentale importanza, oltre ad assistere pazienti ricoverati in UDI e RSA in qualità di Responsabile della Casa della Salute. 
«In tanti e da più parti si riempiono la bocca di frasi come: rispetto istituzionale, sinergia tra le istituzioni del territorio. Tutte belle parole ma che si scontrano con la realtà dei fatti. Ed i fatti parlano chiaro: il nostro Vietri, oggi Casa della Salute, non può essere ancora una volta privato di ulteriori servizi sanitari che sono a vantaggio di tutto il territorio bassomolisano sinergicamente collegati a quelli erogati dal San Timoteo che pure è stato fortemente ridimensionato. - continua Puchetti - Non posso credere che un sindaco solo perché ha avuto l'ardire di proporre di 'utilizzare' il Vietri come centro Covid regionale (a proposito poi un centro Covid non è stato ancora realizzato ed abbiamo quotidianamente pazienti che necessitano di ricoveri in malattie infettive) non sia ascoltato, non meriti risposte da quelle istituzioni che voglio ricordare, come la mia carica, non sono ad personam ed eterne, ma sono ricoperte temporaneamente per il superiore interesse della popolazione.

Si continuano a spendere denari di tutti, ma dov'è la programmazione? Dov'è il superiore interesse delle persone che necessitano di servizi sanitari?

La mia non è certo propaganda politica, - precisa il primo cittadino - non sono candidato, ma nemmeno ho sentito dai tanti che sono candidati in Molise parlare di sanità, dello sfacelo in cui versa la sanità molisana. Nessuno che abbia preso un impegno formale con i molisani in tema di sanità.» - conclude Puchetti.

MoliseWeb è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/moliseweb_it