Sabato - 03 Dicembre 2022

Poietika 2022, edizione speciale dove la Parola è… Donna

Su il sipario su un’altra edizione di Poietika.
 
Regione Molise e Fondazione Molise Cultura hanno presentato oggi la manifestazione di alto livello culturale in programma fino al 2 ottobre.
 
Una rassegna che nel recente passato ha visto alternarsi sul palco della Gil, su quello del Savoia e altrove in regione, ospiti di caratura internazionale.
Presenti alla Gil i vertici della Regione e quelli della Fondazione Molise Cultura, oltre al curatore Valentino Campo.
Con il tempo Poietika è diventato un Art Festival che racchiude diversi eventi con ospiti internazionali che permettono alla platea molisana di approfondire e vedere da un’angolazione diversa e al tempo stesso privilegiata alcune tematiche di rilievo sociale, civile e culturale.
 
La traccia portante di un’edizione, la settima, dedicata all’attrice molisana Paola Cerimele, prematuramente scomparsa, è La Parola è Donna.
 
Il programma dell’edizione 2022 si configura infatti come una esplorazione della figura femminile in tutte le sue sfaccettature: politica, artistica, sociale. Scrittrici, un Premio Nobel, giornaliste, storiche, economiste, attiviste, artiste. Un’edizione in cui le donne saranno assolute protagoniste, donne che con il loro prezioso contributo forniranno testimonianze utili a comprendere quanto la figura femminile sia centrale e peculiare in un mondo che stenta ancora a superare e a limare le differenze.
 
Poietika, che quest’anno coinvolgerà gli spazi della Fondazione Molise Cultura, il centro storico della città di Campobasso e anche alcune Scuole del capoluogo molisano, dedicherà due laboratori al fumetto per gli alunni delle Scuole elementari ed un incontro con gli studenti delle Superiori. Affinché con il tempo il segno sul foglio bianco si faccia seme e maturi la consapevolezza della presenza di sensibilità differenti e il rispetto nei rapporti interpersonali. Dentro e fuori dal nucleo familiare.
 
Inoltre, appuntamenti imperdibili e speciali come il suggestivo coro femminile The Mystery of the Bulgarian Voices (Le Mystere des Voix Bulgares), fondato nel 1952 e la magnifica Alice in Alice canta Battiato. E ancora Joumana Haddad, autrice libanese, giornalista e attivista per i diritti umani, che è stata selezionata tra le 100 donne arabe più influenti al mondo per quattro anni consecutivi, Tawakkol Karman, attivista per i diritti umani, giornalista e politica. Conosciuta come la "madre della rivoluzione", "la donna di ferro" e "la signora della primavera araba" Karman a soli 32 anni è stata la prima donna araba e la seconda musulmana a vincere il Premio Nobel per la Pace nel 2011. Sono solo alcuni nomi che contribuiscono ad alzare la cifra culturale di Poietika 2022.