Venerdì - 02 Dicembre 2022

Molise cup, secondo turno: la Polisportiva Kalena 1924 batte ai calci di rigore il Difesa Grande

Prima vittoria stagionale per la Polisportiva Kalena 1924 che batte ai calci di rigore il Difesa Grande nel secondo turno di Molise Cup.

Dopo il rinvio della prima sfida di domenica 25 settembre, i rossoneri di mister Nicolino Di Tullio hanno ospitato gli adriatici sul campo amico di contrada Faidazzo che vedeva una bella cornice di pubblico.

Prima del fischio d’inizio, giocatori, staff e pubblico, hanno osservato un minuto di silenzio in memoria della giovane Angela Pangia, diciannovenne casacalendese, prematuramente scomparsa. 

La fase iniziale della gara vede le squadre studiarsi con i padroni di casa che provano a spingere soprattutto sulla corsia di sinistra. Ed è proprio da questa zona che nasce il vantaggio dei rossoneri: il giovanissimo Oscar Di Genova scappa via agli avversari e, entrato nei sedici metri, serve un perfetto assist a bomber Di Lalla: il numero nove da vero killer d'area non si fa pregare due volte e firma l'1-0. Azione che strappa gli applausi della gradinata del Faidazzo, gioia di giocatori e tifosi tutta da gustare. I ragazzi di Di Tullio non si fermano e provano ancora a spingere: Rinaldi detta i tempi, Di Genova sembra poter prendere il sopravvento a sinistra così come Fezo sull'out di destra. 

Quando però i rossoneri sembrano avere il pallino del gioco in mano ecco l'episodio che cambia la partita. Punizione dalla destra degli ospiti, palla lenta che sembra non poter impensierire l'estremo difensore locale Pietro Saviano: la barriera devia però la sfera che fa perdere il tempo dell'incolpevole Saviano. Uno a uno e tutto da rifare. Manca poco al riposo quando Francesco Fezo sfiora un gol da cineteca: tiro dalla distanza calibrato, il portiere avversario si esalta e con un colpo di reni guadagna la pagnotta di giornata. 

Si torna in campo e l’andazzo della partita resta sempre lo stesso: padroni di casa a dettare i tempi pur non creando limpide occasioni e ospiti che aspettano e difendono in maniera ordinata. I due mister provano a mischiare le carte mettendo forze fresche dalla panchina. Gli ospiti provano a rendersi pericolosi con lanci lunghi che sbattono sulla difesa rossonera. I padroni di casa reclamano sul finale di tempo per un calcio di rigore, quando Iacobelli viene travolto in area. Per il direttore di gara è tutto regolare e si va ai calci di rigore. 

Protagonista assoluto è l’estremo difensore locale, Saviano, che para tre rigori e regala la vittoria alla Polisportiva Kalena 1924. Finisce 4-3, con i rossoneri che vanno a raccogliere il meritato applauso della tribuna!

 

“Nonostante il risultato comunque positivo, qualitativamente non c’è stata la prestazione che volevamo e che avevamo preparato - questo il commento del tecnico della Polisportiva Kalena, Nicolino Di Tullio - Abbiamo avuto difficoltà a trovare spazi negli ultimi 20 metri per poi arrivare al tiro: sia per la folta presenza nella fase difensiva del Difesa Grande, sia per i molti errori nostri. Ci sono anche note positive: correre per tutta la durata della gara senza mai mollare in un quasi “pomeriggio estivo” non era facile. Così come non concedere quasi nulla ai nostri avversari, sul gol preso c’è stata tanta sfortuna. È stata la prima partita e ci prendiamo quanto di buono ci ha lasciato tenendo a mente però che c’è ancora tanto da lavorare. Ironia della sorte domenica prossima troveremo di nuovo il Difesa Grande nella prima partita di campionato, sarà un buon test per noi per vedere se saremo stati bravi a correggere gli errori commessi in Molise Cup.”

Appuntamento quindi a domenica 9 ottobre, sempre in contrada Faidazzo, per il replay di Polisportiva Kalena-Difesa Grande: questa volta in palio ci saranno i primi tre punti del Campionato regionale di Prima categoria.